Flash news:   Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia

Amministrative 2022, la candidata di Abc Nunzia Battista: “Demoliamo insieme questo ingombrante relitto di cattiva politica”

Pubblicato in data: 21/5/2022 alle ore:16:32 • Categoria: Politica

«La metafora della nave Concordia è bellissima! Ma, a dire la verità, credo che calzi più con il nostro pensiero che con quello del sindaco uscente». Replica così la candidata a sindaco della civica “Atripalda bene Comune” Nunzia Battista alla metafora pronunciata dal primo cittadino Giuseppe Spagnuolo. La fascia tricolore, nel ripercorrere i cinque anni al governo della città, aveva dichiarato di aver ereditato «un comune sull’orlo del baratro, una nave Concordia incagliata, arenata dal timone poco saldo» che aveva riportato dopo cinque anni di amministrazione a navigare in mare aperto. Ma la Battista non ci sta e attacca: «Si è vero, un relitto incagliato di fronte ad una splendida costa per anni costretta a rivedere ogni giorno quanto l’errore, la distrazione, la mancanza del senso del dovere del suo stesso capitano era costata e continuava a costare a tutti gli abitanti. Solo quando si è intervenuti drasticamente per demolirla, finalmente le persone hanno potuto rivedere l’orizzonte!».
Da qui l’invito all’elettorato atripaldese: «Demolite insieme a noi questo ingombrante relitto fatto di cattiva politica, pessima capacità amministrativa e presunzione. Riportiamo alla vista di ognuno di noi un limpido e spettacolare orizzonte».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.