venerd� 19 luglio 2024
Flash news:   Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello”

Sette nuove assunzioni dal 30 settembre al Comune di Atripalda e avviati i Progetti di Utili alla Collettività

Pubblicato in data: 27/9/2022 alle ore:16:28 • Categoria: Attualità

Progetti per i percettori del reddito di cittadinanza e sette nuove assunzioni al Comune di Atripalda. Sono stati avviati ufficialmente i primi Puc (Progetti Utili alla Collettività) con la pulizia dell’accesso di Largo Pergola in prossimità della scuola dell’Infanzia “Nicola Adamo” e dell’Ufficio tecnico comunale.
Su “Garanzia Giovani”, Puc e nuove assunzioni a fare il punto della situazione sono l’assessore alle Politiche Sociali Fabiola Scioscia e il consigliere comunale con delega al Personale Carmen Trasente. «Ad una settimana dall’insediamento, con deliberato del 6 luglio, abbiamo avviato l’iter per l’attivazione dei Puc. Voluti fortemente dall’Amministrazione del sindaco Paolo Spagnuolo dopo solo due mesi e mezzo diamo il benvenuto a dieci cittadini atripaldesi – illustra l’assessore Fabiola Scioscia – che hanno iniziato un’attività di supporto ai servizi comunali. Nella stessa data del 6 luglio è stato avviato l’iter per “Garanzia Giovani”, otto ragazzi che presteranno tirocinio presso l’Ente Comunale».
I tre progetti utili alla collettività, che avranno una durata non superiore ai sei mesi, ciascuno punta ad impegnare dai 1 ai 40 beneficiari con percorsi da attivare che prevedono un impegno non inferiore a 12 ore settimanali da svilupparsi su più giorni a settimana e in più periodi del mese. Nel dettaglio, si tratta di: “Sostegno al decoro” finalizzato alla tutela dei beni comuni e dell’ambiente, “Open Your Mind” che punta all’istruzione, formazione, arte e cultura e infine “Attiviamoci socialmente” finalizzato all’area sociale.
«Le unità provenienti da “Garanzia giovani”  sono state distribuite in vari uffici comunali: al protocollo, all’Utc e all’anagrafe – prosegue la delegata al Personale Carmen Transente -. I dieci percettori del reddito di cittadinanza saranno suddivisi sui tre progetti riguardanti l’ambito sociale, culturale e della tutela dei beni culturali e dell’ambiente. Cogliamo l’occasione per ufficializzare l’assunzione di sette figure professionali che andranno ad incrementare l’organico comunale dal prossimo 30 settembre: tre nuove figure all’ufficio tecnico e quattro agli affari generali di cui un informativo, un referente all’Ufficio cultura, uno al Contenzioso e l’altro all’Ufficio risorse umane».
Il primo progetto Puc punta a migliorate il decoro urbano, attraverso attività che rendano più accoglienti e ospitali gli spazi urbani, gli immobili pubblici e gli spazi comuni. I beneficiari saranno impegnati presso gli immobili e le aree verdi per il supporto alla manutenzione delle aree destinate alla fruizione dei cittadini. Il beneficiario apprenderà le fasi applicative nelle aree degli interventi di manutenzione ordinaria degli immobili e delle aree verdi, compresa la sorveglianza e la gestione del flusso di utenti.
Il secondo progetto intende promuovere e valorizzare i siti di interesse culturale, storico ed archeologico presenti sul territorio comunale. A tale proposito vengono previste una serie di attività, che interessano sia la biblioteca comunale che altri luoghi di rilevante importanza e identitari della città in un’ottica di promozione della conoscenza del patrimonio culturale, cercando di assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica degli stessi.
Il terzo progetto infine punta a valorizzare la promozione ed il sostegno di attività di interesse civico.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *