marted� 16 luglio 2024
Flash news:   Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello” Dolore ad Atripalda per la scomparsa dell’ex consigliere Emilio Moschella: lunedì i funerali Due 30enni atripaldesi accusati di resistenza a pubblico ufficiale in concorso: uno evita il processo  e l’altro viene condannato a 9 mesi di reclusione Maratona dles Dolomite, la prima volta del team Eco Evolution Bike Dal 12 luglio scatta il ritiro nel comune di San Gregorio Magno Comune di Avellino, il discorso d’insediamento del sindaco Laura Nargi: “Sarò al fianco di tutti” 49enne residente ad Atripalda rinviato a giudizio per maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia minore

Gestione del verde pubblico e decoro urbano: la città divisa in due zone

Pubblicato in data: 7/11/2023 alle ore:16:22 • Categoria: Attualità

Cambia la gestione del verde pubblico con la città divisa in due zone per dare il via ad una manutenzione programmata e combatterne il degrado. Uno screening delle aree e degli spazi a verde pubblico su tutto il territorio comunale, dalle rotatorie ai parchi pubblici, per migliorarne la manutenzione e il decoro urbano con interventi più efficaci di manutenzione.
«L’Amministrazione Comunale ha puntato da subito sul decoro urbano –illustra il vicesindaco Domenico Landi -. In tal senso una vera e propria novità è stata rappresentata da uno screening dell’intero territorio comunale, suddividendolo in due zone, la A e la B. A tal proposito, è stato stilato un computo metrico puntuale al fine di consentire alle ditte incaricate una manutenzione del verde più radicale. A titolo di esempio, l’intervento ha interessato via Aldo Moro, via Nicola Salvi, piazza Cassese, le rotatorie di via Roma e via Appia, la villa comunale Don Giuseppe Diana, le contrade Valleverde e contrada Santissimo».
Un’idea a cui lavora da mesi lo stesso sindaco Paolo Spagnuolo con il sue vice Domenico Landi.
«Sulla gestione del verde non si può lasciare fuori dalla previsione contrattuale zone che sono fondamentali per la fruizione da parte della cittadinanza come la villa comunale – aveva denunciato tempo fa la fascia tricolore -. Puntiamo perciò a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti nella gestione del verde pubblico. La città deve essere coperta al 100% e soprattutto per zone omogenee, non come è stato fatto finora. Non va bene anche un numero predeterminato di tagli visto l’annualità climatica che abbiamo avuto che ha prodotto una ricrescita più veloce delle erbe».
La villa comunale negli ultimi giorni è interessata da un intervento di manutenzione al verde a partire dallo sfalcio dell’erba alta. Prossimamente, lo stesso tipo di lavoro riguarderà altre zone della città, tra cui Parco delle Acacie.
Una divisione in due zone che consente una manutenzione programmata. 2. Per la “Zona A” affidata l’esecuzione dei lavori di manutenzione del verde mediante operazioni di pulizia delle aree e potatura, abbattimento di alberature pericolanti, presenti nelle aree verdi del territorio comunale, alla ditta “La Cattalea Srl” per un importo totale di 111.048,42 ripartito in tre anni fino al 2025. Invece la manutenzione della “Zona B”, per un importo complessivo di 110.251,76 euro, è stata affidata per il prossimo triennio alla ditta “Romano Antonio”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *