alpadesa
  
Flash news:   Polemiche sui ritardi nella partenza del Punto Vaccinale di Atripalda, il sindaco Spagnuolo: “sistema trasparente sul sorteggio, no ad allarmismi” Coronavirus, due nuovi positivi ad Atripalda Sinistra Italiana Atripalda, strali alla giunta Spagnuolo: “Città abbandonata” Coronavirus, 4 nuovi contagi ad Atripalda Coronavirus, l’affondo dell’opposizione: “Atripalda, città fuori controllo: tutti i nodi vengono al pettine” Potatura straordinaria dei platani di Atripalda: si parte domani mattina Culla Fabiana Nevola: auguri Coronavirus, boom di contagi ad Atripalda: 8 nuovi positivi Viadotto Novesoldi, garanzie dall’Anas: “Nessun rischio, il ponte è monitorato” Parco archeologico di Abellinum, l’affondo dell’ex assessore alla Cultura Lello Barbarisi: “sito dimenticato”

Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze”

Pubblicato in data: 15/1/2021 alle ore:13:26 • Categoria: Cronaca

Questa domenica sarà passata una settimana dalla bomba che ha creato sgomento in città. Vogliamo per prima cosa rinnovare la nostra solidarietà all’imprenditore che ha subito il suddetto attentato.

Allo stesso tempo vogliamo rilanciare una riflessione sulla sicurezza cittadina. Come già detto e segnalato da tanti concittadini, la vicenda delle telecamere non finanziate di certo non ci rincuora su tale tema, ma non possiamo limitare la discussione della sicurezza alle sole telecamere, certamente necessarie ma non l’unico argomento su cui va posta l’attenzione.

Non si può non notare che, nonostante altri episodi estivi, tale tema non sia mai stato davvero centrale nella discussione politica del paese. Facendo un’analisi sulla questione della sicurezza cittadina, dobbiamo fare riferimento anche ai tanti furti nelle abitazioni che si verificano ormai da mesi senza che vi si ponga rimedio e allo scarso controllo che porta a frequenti episodi di vandalismo, non possiamo dimenticare ciò che è accaduto nella Piazzetta degli Artisti.

Il ruolo della politica è soprattutto questo, porre una seria discussione su quanto non va. Il ruolo della politica è quello di prendersi cura della res publica.

In questo senso, oltre ad occuparsi delle cause e della natura del fatto in sé, la politica dovrebbe allargare lo sguardo alle cause generali dei fenomeni sociali, alle condizioni socio-economiche e culturali che regolano la nostra comunità. Si potrebbe, quindi, ripartire dalla cultura, dall’analisi e dalla condivisione di problemi e dall’organizzazione di spazi condivisi.

Vogliamo ricordare che nell’Italia post fascista si chiedeva più cultura per contrastare quelli che erano stati gli atti cruenti vissuti. Come detto da Gianni Rodari, la cultura è un faro, una bottega di speranza.

Come dichiarato anche per la gestione pandemica, riteniamo che la comunicazione sia importantissima in momenti così delicati. Per questo chiediamo che la città venga informata con una conferenza stampa sulla situazione riguardante sicurezza cittadina, non solo sul singolo episodio ma con uno sguardo globale e sui prossimi passi che ci vedranno protagonisti.

IDEA Atripalda

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *