Flash news:   Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo” L’Us Avellino riparte da Braglia e Di Somma Air, ripristinati da domenica i servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano Emporio Solidale di Atripalda, ieri il taglio del nastro. Don Fabio: “nuova dignità alle famiglie”. Il sindaco: “Doveroso dare risposte alle domande di auto”. FOTO Conferenza Episcopale Italiana: “restano vigenti le disposizioni anti Covid: sospese processioni e festa esterna”

Casa di Cura Santa Rita, la Cisl Fp Irpinia-Sannio denuncia: “stipendi in ritardo”

Pubblicato in data: 24/1/2017 alle ore:14:01 • Categoria: Economia

“Altro che anno nuovo vita nuova, presso la Casa di Cura Santa Rita di Atripalda ci risiamo nuovamente con i ritardi che riguardano il pagamento degli stipendi – comunica il Segretario Generale della CISL FP Irpinia-Sannio Antonio Santacroce -. Ancora una volta monta la rabbia dei lavoratori che, ciclicamente, si sentono presi in giro dall’Azienda che non rispetta i termini di pagamento previsti dal contratto di riferimento e manca del benché minimo rispetto nei confronti dei dipendenti non degnandosi nemmeno di fornire una data certa di pagamento degli stipendi. Ribadiamo, così come già fatto in altre occasioni, l’ultima a ridosso dell’inizio del mese di dicembre, l’invito all’azienda a comunicare per ora e tempo eventuali problematiche che possano interessare i pagamenti; i lavoratori non possono essere lasciati alla sbando con difficoltà nell’affrontare le scadenze di rate, mutui e pagamenti di utenze – afferma il Coordinatore Provinciale della Sanità Privata Mario Walter Musto, La Casa di Cura dimentica che il rischio di impresa, in capo solo all’Azienda, non può essere addossato ai lavoratori. Qualora questo stato di cose perdurasse, di concerto con i lavoratori, sarà interessato Sua Eccellenza il Prefetto di Avellino per il processo di conciliazione e saranno attivate tutte le azioni finalizzate al recupero dei crediti vantati nonché la proclamazione dello stato di agitazione del personale dipendente. – conclude il Segretario Generale Santacroce.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Casa di Cura Santa Rita, la Cisl Fp Irpinia-Sannio denuncia: “stipendi in ritardo””

  1. quello che non dimentica ha detto:

    ma questa struttura incassa dall asl il dovuto ???? se si, dove finiscono i capitali ? altra storia di chiacchiere senza costrutto ! I PROPRIETARI DI QUESTA STRUTTURA IN QUALI CONDIZIONI ECONOMICHE NAVIGANO ??? La chiarezza è un obbligo pure per chi si rivolge alla struttura per assistenza sanitaria ! ONESTAMENTE PARLARE SOLO DI STIPENDI MI PARE MOLTO RIDUTTIVO .

  2. 1 MEDIKO ha detto:

    ATRIPALDA AVREBBE NECESSITA’ DI 1 STRUTTURA SANITARIA DI TALE RILEVANZA IN QUANTO LE MALATTIE INCOMBONO?

    SOPRATTUTTO VI ENE IL BISOGNO DI PROFESSIONALITA’ DEL PERSONALE SIA INFERMIERISTIKO KA MEDICO DAL MODO CHE NON SI DEVONO FARE ERRORI NELLE DIAGNOSI E TERAPIE PER I CASI CHE SI PRESENTANO?

    VANNO AKKOSSI’ LE Kose o sarebbe meglio dimenticare la sanita’ LA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *