domenica 19 agosto 2018
Flash news:   La città piange la prematura scomparsa di Carmine Parziale, trasferita l’alzata del Pannetto di stasera in chiesa Forte scossa in Molise, avvertita anche in Irpinia “Vie dello shopping”, le Fiamme Gialle sorvegliano i saldi: 16 attività sanzionate di cui 4 ad Atripalda Serie B, l’Atripalda Volleyball ha il suo cecchino: è Nicola Salerno il nuovo opposto Questione stadio e rimborso abbonamenti, Taccone scrive Marinelli e Preziosi si complimentano con De Cesare ma bacchettano il sindaco Ciampi attraverso una nota Stanotte e domani rifacimento della segnaletica orizzontale lungo Via Appia La Calcio Avellino s.s.d. iscritta in Serie D La Green Volley riparte da Vincenzo D’Onofrio: “Impossibile dire no alla competenza della famiglia Matarazzo” Dipendente “infedele” ruba rame dall’azienda dove lavora: denunciato dai Carabinieri

Antica Abellinum, la Cgil aderisce alla mobilitazione del 9 giugno

Pubblicato in data: 2/6/2011 alle ore:08:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

cgilLa CGIL di Avellino aderisce all’iniziativa e sostiene l’azione del comitato Pro Abellinum che si sta battendo per restituire alla collettività un importante sito storico ed archeologico. Il sindacato di via manna sarà al fianco delle istituzioni, dei promotori del comitato Pro Abellinum e dei cittadini, in occasione della manifestazione di giovedì 9 giugno prossimo, che si svolgerà ad Atripalda nei pressi degli scavi archeologici.
E’ singolare che ancora una volta, un patrimonio di inestimabile valore storico ed architettonico, finisca nelle mani dei privati, senza che vi sia la possibilità di vincolarlo ad uso pubblico e salvaguardarne la conservazione – spiega Vincenzo Petruzziello, segretario provinciale della CGIL di Avellino – noi ci schieriamo con il comitato Pro Abellinum sostenendone l’azione affinché si possano restituire gli scavi ed il loro valore storico all’intera comunità irpina. La vicenda degli scavi di Atripalda – aggiunge Petruzziello – fa il paio a quella della Dogana di Avellino. Occorre imboccare una strada nuova nella gestione del patrimonio storico della provincia di Avellino, non arrivando più a situazioni di contrapposizione, ma assicurando ad una proprietà e ad una gestione pubblica i tesori d’Irpinia, o almeno chiamando i privati a concorrere alla gestione, sempre garantendo alla comunità ed al pubblico, la fruizione dei beni architettonici e archeologici. Auspichiamo – conclude Petruzziello – che il movimento di opinione e la partecipazione di una intera comunità possano garantire il recupero e la fruizione del bene“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it