Flash news:   La costituenda associazione “Commercianti Città di Atripalda” tuona: «non siamo graditi a qualcuno in corsa per le Amministrative». La nascita slitta così a dopo le elezioni Amministrative 2017, la frattura nel Pd cittadino non si sana sul tavolo provinciale. Confronto con il direttorio, assente la deputata cittadina Paris 25 Aprile, Festa della Liberazione Amministrative 2017, “Noi Atripalda Paolo Spagnuolo” lancia un questionario per raccogliere suggerimenti e priorità da inserire nel programma elettorale Mille tagliandi per il Derby di Benevento. Mercoledì parte la prevendita Net&Atripalda, i play off partono male: sconfitta 3 a 0 a Sparanise Calcio, Abellinum senza freni Sacripanti: “Vittoria molto importante, bravi a crederci fino alla fine” La Sidigas espugna il PalaFantozzi e consolida il terzo posto Taglio del nastro alla Prima Festa del Cioccolato ad Atripalda in piazza Umberto. Il sindaco: «la nostra città ha grande vocazione commerciale». FOTO

Champions League, Sidigas sconfitta all’andata dalla Reyer Venezia

Pubblicato in data: 2/3/2017 alle ore:15:50 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Ritorna la Champions League con la Sidigas Scandone Avellino di scena sul parquet della Reyer Venezia nell’andata degli ottavi della Coppa. Vincono i padroni di casa con il punteggio di 53-49. Nulla è compromesso considerato lo scarto di 4 punti che rimanda il discorso qualificazione alla gara di ritorno dell’ 8 marzo. E’ stata una partita bloccata anche grazie alle difese delle due squadre, che hanno preso il sopravvento sugli attacchi poco efficaci su entrambi i lati del campo. I biancoverdi hanno comandato nel punteggio mentre i padroni di casa solo nei minuti finali si sono portati in vantaggio.

Logan timbra i primi due punti di questa sua Champions in penetrazione. La Sidigas inizia subito a difendere forte ed in contropiede Ragland segna in 1 contro 0. Ortner risponde dalla media distanza, ma Fesenko e Thomas ribadiscono da dentro l’area costringendo De Raffaele al primo time out (2-8). Al ritorno sul parquet è ancora il pivot biancoverde ad andare a segno con la schiacciata; Haynes, invece, mette a segno la prima tripla della serata (5-12). Entrano Randolph e Zerini, ed il primo s’iscrive subito a referto su assist di Leunen, McGee da dentro l’area riporta Venezia a -5 (9-14). I padroni di casa non trovano il canestro dalla lunga distanza ed Avellino ne approfitta per correre in contropiede prima con Randolph e poi con Zerini che fa 2/2 dalla lunetta (9-18). Filloy segna da tre ed al 10’ gli irpini sono avanti di 6 (12-18).

Ortner apre il secondo quarto segnando dalla media distanza, Ragland subisce fallo su tiro da tre e va in lunetta facendo bottino pieno (14-21). La difesa di Avellino si alza d’intensità e in contropiede trova i punti del massimo vantaggio con Randolph e Ragland che segnano in penetrazione (14-25). Il numero 20 irpino segna dalla lunga distanza, Peric, invece, mette a segno due punti da sotto costringendo Sacripanti a chiamare Sacripanti chiama time out (18-30). Mini break di Venezia di 4-0 con le penetrazioni di McGee e Peric, e si va così all’intervallo lungo con i biancoverdi avanti di 8 (22-30).

All’inizio del terzo quarto riparte forte Venezia parte forte con Hagins che prima segna da sotto e poi realizza da tre; la Sidigas, invece, si affida a Fesenko che mette due punti da dentro l’area (27-32). Il centro biancoverde segna ancora da dentro l’area ma Haynes trova la tripla del -4 (30-34). Avellino ricomincia a difendere forte e l’attacco irpino ritorna a macinare punti con Ragland e Leunen riportandosi sul +7 (30-37). Peric segna da sotto, ma Leunen trova due triple consecutive e la Sidigas va sul +9 (34-43). Randolph realizza in contropiede, fa lo stesso Ejim che subisce anche fallo andando in lunetta per il libero aggiuntivo che vale – 5 (40-45).

L’ultimo quarto si apre con due punti di Leunen che realizza dai sei metri; McGee, invece, segna sulla sirena dei 24”, le distanze rimangono invariate (42-47). La Reyer pareggia con un miniparziale di 5-0 grazie alla tripla di Bramos e due punti di Hagins che realizza da sotto costringendo Sacripanti al time out (47-47). Hagins porta avanti Venezia per la prima volta, ma Ragland pareggia dalla lunetta (49-49). Filloy e Peric segnano da dentro l’area e la partita si chiude con Venezia che batte Avellino 53-49.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it