alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, 5 nuovi contagi ad Atripalda su 55 persone positive in Irpinia Ingiurie e minacce per uno sguardo di troppo lungo via Roma ad Atripalda: assolte due atripaldesi Furto, danneggiamento e spaccio di sostanze stupefacenti: i carabinieri di Atripalda arrestano un 29enne Prove di Natale ad Atripalda al tempo del Covid, i commercianti di via Roma si tassano per le luminarie. Sabato pomeriggio l’Amministrazione accende l’albero in piazza Umberto “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni

L’atripaldese Marirosa Fedele domani sera canta con i New Trolls alla trasmissione «I raccomandati» di Rai Uno

Pubblicato in data: 4/2/2010 alle ore:08:00 • Categoria: Attualità

marirosa-fedele-n1Ventun anni e un sogno nel cassetto, fare la cantante. Per Marirosa Fedele (foto), studentessa atripaldese del primo anno di lettere al Suor Orsola Benincasa di Napoli, indirizzo Dams, quel sogno potrebbe concretizzarsi domani sera quando in diretta su Rai Uno dal palco del Teatro delle Vittorie in Roma duetterà con il gruppo dei New Trolls che proverà a “raccomandarla” per il grande salto.
Trampolino di lancio la trasmissione televisiva «I raccomandati» condotta da Pupo affiancato da Georgia Luzi, Valeria Marini ed Emanuele Filiberto di Savoia.
“Quella carezza della sera” è la canzone del 1978 del noto gruppo musicale genovese scelta per l’esibizione.
Da Atripalda Marirosa è arrivata a Roma da due giorni per sostenere le prove. Una voce ed una tecnica di canto che ha sbaragliato una concorrenza agguerrita, consentendole di far parte degli otto concorrenti della trasmissione di domani sera, superando così una selezione di oltre 1800 aspiranti cantanti che hanno inviato il proprio video al sito www.nuovitalenti.rai.it.
Alla selezione del programma ha partecipato con una canzone di Ray Charles.
«Non mi sembra vero – racconta Marirosa che ha l’idee chiare, vuole fare la cantautrice – Un’esperienza unica, sono emozionata ma anche molto sicura. Certo non è stata facile tra oltre 1800 agguerriti concorrenti. Spero di farcela ed arrivare alla finalissima».
In prima fila negli studi televisivi ad incitarla ci saranno papà Vincenzo e mamma Luisa.
Studentessa universitaria dopo aver frequentato l’istituto d’Arte di Avellino, Marirosa coltiva questa sua passione per il canto e la musica sin da piccola tra sale di incisioni, esibizioni in locali, sacrifici e tanto studio. Suona il pianoforte e la chitarra.
Cantante solista delle voci bianche al Teatro Gesualdo di Avellino, preferisce la musica latino americana in omaggio alle sue origine brasiliane: è stata adottata a soli due giorni dalla nascita dalla famiglia atripaldese.
A fine marzo in uscita anche il suo primo cd realizzato in collaborazione con musicisti di fama nazionale ed internazionale. Un primo lavoro autoprodotto, che contiene canzoni scritte da lei, che possa proiettarla nell’universo della musica.
A incitarla e sostenerla per l’accesso alla finalissima, domani sera ci sarà non solo la famiglia, ma l’intera cittadina del Sabato e tutta l’Irpinia pronta a tifare per lei.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *