alpadesa
  
Flash news:   “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino

Comunicare Braille, il Consorzio dei Servizi Sociali A/6 al fianco dei non vedenti

Pubblicato in data: 11/3/2010 alle ore:13:52 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

comunicare brailleSi è svolta ieri presso l’Istituto Comprensivo “G. Tentindo” di Chiusano di San Domenico la manifestazione “Comunicare Braille” organizzata dalla Consorzio dei Servizi Sociali A/6 di Atripalda.
L’obiettivo dell’incontro era quello di far conoscere e sensibilizzare la popolazione riguardo le problematiche della cecità attraverso gli interventi degli esperti e delle dimostrazioni pratiche di software e strumentazione specifica.
L’incontro ha avuto inizio con i saluti del Consigliere Comunale Maurizio D’Onofrio,componente del C.d.A del Consorzio, e della prof.ssa Franca Maria Mollo, Vice – Preside dell’Istituto di Chiusano S.D.- che hanno voluto ringraziare i presenti e il Consorzio per aver organizzato l’iniziativa sul proprio territorio e per i temi affrontati che non sono sempre al centro dell’attenzione e della discussione.
Terminati i saluti si è entrato nel vivo dell’incontro con il brillante intervento del preside Pietro Piscitelli, Presidente Regionale dell’U.I.C.I. Campania /Presidente della Biblioteca italiana per i Ciechi ” Regina Margherita di Monza, che partendo dalla propria storia personale di non vedente ha voluto narrare un excursus storico di tutte le conquiste culturali dei non vedenti a cominciare dalle vicende di Louis Braille.
Piscitelli, inoltre, ha descritto ai presenti la rete capillare di enti che si occupano della problematica specifica illustrandone anche i ruoli e le funzioni. Proprio sulla scorta di quanto detto dal preside Piscitelli comunicare braillesi è avuto l’intervento della dottoressa Anna Patrizia Farina, Responsabile del Centro di Consulenza Tiflodidattica di Caserta, che ha presentato il centro chiarendone le funzioni e le attività. L’interesse dei presenti è stato catturato dalla dimostrazione pratica della scrittura e lettura del codice Braille attraverso le varie strumentazioni che gli alunni hanno potuto conoscere.
Le conclusioni dei lavori sono state affidate al direttore del Consorzio A6, dott. Carmine De Blasio che nel ringraziare tutti per la loro presenza ha voluto sottolineare l’importanza di giornate simili che consento di imparare e di capire.
Il Consorzio intende insistere nel lavoro graduale ma deciso di migliorarsi nelle opportunità che offre e nei servizi che garantisce. Nonostante le difficoltà e i disagi, la risposta migliore è in un atteggiamento positivo e comunque costruttivo, volto ad affermare un crescente livello di benessere della collettività.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *