alpadesa
  
sabato 19 settembre 2020
Flash news:   Riapertura scuole ad Atripalda, l’Amministrazione alla ricerca di immobili da adibire ad aule e laboratori Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre Serie C 2020/2021, ecco il cammino dell’Avellino Festeggiamenti Santo Patrono San Sabino Vescovo, oggi messe all’aperto in piazza Umberto I ad Atripalda

Prima giornata di campionato in bianco per l’Avellino, 0-0 con Milazzo

Pubblicato in data: 29/8/2010 alle ore:19:04 • Categoria: Avellino Calcio

as-avellino-1912-logoAvellino (4-2-4): Marruocco, Meola, Puleo, Nocerino (16′ Fanelli), De Angelis, Viscido, D’Angelo, Rega (1′ st Varriale), Scandurra (33′ st Vianello), Vicentin, Panatteri. A disp.: Cascella, Moscarino, Ricci, Esposito. All. Marra squalificato in panchina D’Angelo.Milazzo (4-3-3): Di Dio, Di Pasquale, Cucinotta, Maccarone, Quintoni, Orioles, Bucolo, D’Amico (16′ Suarino), Fiore, Proietti (40′ Campanella), Iannelli (46′ Bica Badan). A disp.: Bianchi, Carrozza, Ricciardo, Lasagna. All. Venuto.

Arbitro: Albertini di Ascoli Piceno.

Assistenti: Cipolloni di Frosinone e Servilio di Roma 1.

Ammoniti: Iannelli (M), Nocerino (A), Cucinotta (M), Viscido (A), Marruocco (A), Bucolo (M)

Angoli: 7-1 per l’Avellino.

Recupero: 3′ pt; 5′ St.

Note: Espulso al 43’pt per doppia ammonizione Di Pasquale del Milazzo.

Al 25′ St espulso il dirigente accompagnatore dell’Avellino, Sergio Contino per proteste.

Spettatori Presenti 4.000 circa.

CRONACA DELLA GARA:

PRIMO TEMPO

Al’5′ l’Avellino tenta di passare in vantaggio con un tiro dell’attaccante Panatteri, ben servito da Rega sul secondo palo ma la conclusione del puntero Irpino termina fuori.

Al 15′ il portiere Marruocco in uscita chiude lo specchio della porta a Proietti, che aveva superato Nocerino, sventa una pericolosa azione del Milazzo, bravo l’estremo difensore avellinese.

Al 19′ D’Angelo s’invola sull’out di sinistra da palla per Panetteri, palla sul fondo.

Al 32′ il Milazzo tenta si sorprendere il portiere di casa Marruocco dalla distanza con Iannelli, il numero uno avellinese blocca senza problemi.

Al 33′ Quintoni atterra Scandurra, appena entrato in area rossoblù e il Signor Albertini di Ascoli Piceno indica il dischetto del rigore, dopo un consulto con il collaboratore di linea il direttore di gara torna sui suoi passi e concede solo una punizione per i lupi.

Al 43′ la squadra siciliana è costretta a giocare in dieci uomini per l’espulsione del difensore Di Pasquale per doppia ammonizione ultimo fallo su Meola.

Al 47′ Avellino pericoloso, Panatteri serve di testa Vicentin che appoggiAggiungi un appuntamento per oggia all’indietro per Scandurra, l’attaccante ex Lucchese fa partire un potente tiro di destro dal limite del’area rossoblù, il portiere Milazzese Di Dio para in due tempi.

Tre minuti di recupero e giocatori negli spogliatoi per dissetarsi per il gran caldo.

SECONDO TEMPO

Al 2′ L’Avellino si rende subito pericoloso. Panatteri di forza fa irruzione sulla sinistra e la serve Varriale entrato al posto di Rega che di prima intenzione batte a rete provvidenziale parata di Di Dio che respinge la sfera.

Al 6′ Milazzo in avanti con D’Amico, il giocatore messinese recupera palla e fa partire un tiro di destro senza impensierire l’attento Marruocco.

All’8′ l’attaccante irpino Scandurra ci prova con un fendente dai venticinque metri, la palla termina alta sulla traversa.

Al 10′ il Milazzo usufruisce di una punizione dal limite, battuta dal difensore Quintoni dal limite dell’area Marruocco para facile.

Al 14′ è l’Avellino a battere una punizione con De Angelis, palla al centro bel colpo di testa di Vicentin di poco fuori.

Al 16′ Mister Marra sostituisce Nocerino con Fanelli.

Al 18′ punizione dal limite per l’Avellino. Cucinotta atterra Panatteri, la punizione viene battuta dal neo entrato Fanelli, palla tra le braccia di Di Dio.

Al 20′ Angolo per i Lupi. Il corner di Fanelli al centro per Panatteri colpo di testa senza esito.

Al 24′ la squadra di Mister Marra vicinissima alla segnatura, con Panatteri il portiere ospite gli respinge la sfera, che arriva sui piedi di Varriale che la serve di primo acchitto a Vicentin colpo di testa dell’attaccante Irpino e palla che va a colpire la traversa, bloccata poi da Di Dio. Protesta la panchina Bianco Verde né fa le spese il dirigente accompagnatore Sergio Contino che viene espulso.

Al 28′ Milazzo vicinissimo alla rete su una punizione insidiosa calciata da Quintoni, ma il portiere in maglia verde si allunga evitando la rete e mette la sfera in angolo alla sua sinistra.

Al 33′ l’Avellino potrebbe portarsi in vantaggio con Varriale che si presenta solo davanti al portiere ospite Di Dio, non riesce vista la sua giovane età ad avere quella freddezza giusta a scavalcare con un pallonetto l’estremo difensore ospite che gli chiude lo specchio della porta in uscita, ci prova Panatteri senza esito.

Al 45′ ancora Panatteri che va al tiro, terminando alto sulla traversa.

Dopo cinque minuti di recupero il signor Albertini con il consueto triplice fischio fa cessare le ostilità mandando le due squadre sotto la doccia.

Termina con un risultato ad occhiali la prima partita dei Lupi nel Campionato di Lega Pro di Seconda Divisione. Avellino lento e macchinoso ha bisogno si essere guidato da un esperto uomo di centrocampo che in questo momento manca alla società avellinese. Un pareggio per certi versi può essere deludente e per altri può essere un punto importante che muove la classifica, domenica i lupi giocheranno a Brindisi, vittorioso in casa dell’Isola Liri per due reti ad uno.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *