alpadesa
  
domenica 24 gennaio 2021
Flash news:   Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia Messa in sicurezza del parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda: impegno di spesa per l’affidamento della prestazione del rilievo topografico Ciclismo: la litoranea salernitana fa da sfondo al primo raduno collegiale Estorsione ai danni di un bar di Atripalda, rinvio a giudizio per un 28enne del luogo Riapertura scuole in Campania, De Luca annuncia l’ordinanza: «Superiori aperte da lunedì 1 febbraio» Appropriazione indebita, arrestato dai Carabinieri un 40enne di Atripalda colpito da mandato europeo Pianta organica del Comune, parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “firmati i decreti dei dipendenti, a breve le assunzioni” Idea Atripalda raccoglie proposte e segnalazioni per migliorare la Città Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità”

Valorizzazione beni comunali, nessuna richiesta per il bar di Parco Acacie

Pubblicato in data: 20/3/2011 alle ore:12:49 • Categoria: Attualità

bar parco acacieVa deserto il bando per la gestione del locale commerciale destinato a bar per la somministrazione di alimenti e bevande all’interno di Parco delle Acacie (foto). Nessuno dei 35 esercenti, invitati con una raccomandata dal Comune, ha risposto positivamente alla proposta avanzata dall’Amministrazione.
Il Comune richiedeva un canone annuo di locazione pari a 6.000 euro, escluse varie cauzioni, varie assicurazioni e valorizzazione del locale con lavori di ristrutturazione e manutenzione ordinaria e straordinaria. La durata del contratto di sei anni, con possibilità di proroga per altri sei.
Tra l’altro sul bar pende una controversia giudiziaria presentato dall’associazione “Amica”, vincitrice della prima gara d’appalto, poi annullata dal Comune per un errore nella procedura dell’assegnazione, in data 4 gennaio 2010. L’assegnazione e l’annullamento sono ancora oggetto di contestazione da parte di Amica che ha presentato una richiesta di risarcimento danni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *