alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2

Playoff, Vullo: “Buon risultato in vista del ritorno”

Pubblicato in data: 23/5/2011 alle ore:14:00 • Categoria: Avellino Calcio

dsc_0451Il tecnico biancoverde, Salvatore Vullo (foto) si presenta in sala stampa, visibilmente soddisfatto per la vittoria ed analizza la gara contro il Milazzo.”E’ un risultato buono e importante. Nel finale potevamo sperare in qualcosa di più. Sono soddisfatto dalla prestazione e del comportamento della squadra. E’ stata in campo una vera battaglia. Finito il primo tempo uno a zero, il Milazzo ha dovuto osare di più. Hanno tentato per tutta la partita di allungarci. Noi cercavamo di giocar corti, loro, invece, cercavano di farci giocare lunghi per avere la possibilità in mezzo con Fiore e Proietti di colpire tra le linee. Non ci hanno permesso per tutta la gara di poter fare quello che avremmo voluto. Fondamentalmente nell’arco dei novanta minuti la partita l’abbiamo gestita noi, poi nel finale quando ho cambiato Comini e ho spostato Gianluca De Angelis, a sinistra avremmo potuto arrotondare il risultato. In quella posizione De Angelis è stato strepitoso anche dal punto di vista della freschezza dando due – tre strappi, la qualità non la voglio nominare, che hanno messo in difficoltà la difesa avversaria. Oggi Millesi era schiacciato tra due giocatori bravissimi come Quintoni e Suriano. Per giocare si è spostato a fare il centrocampista perché il Milazzo aveva costruito una gabbia per non farlo giocare. Perché Ciccio Millesi è un giocatore importante e il Milazzo ha fatto la scelta giusta per non farlo giocare. Vicentin ha allungato la squadra avversaria sacrificandosi tantissimo. Sottolineo molto la prestazione di Vicentin, giustamente Scandurra si è fatto trovare pronto. Ho dovuto aspettare a fare i cambi perché dovevo gestire tre giocatori non al top, come Puleo, Meola e D’Angelo.Il cambio modulo nel secondo tempo ha cambiato i piani del Milazzo. I giocatori hanno il dovere di farsi trovare pronto questo mi da il significato di gruppo e di squadra.  Nell’ultimo periodo parlando di trend abbiamo detto che questa sta diventando una squadra. Mi aspetto un ritorno infuocato. L’ho detto scherzosamente anche ai ragazzi o vi porto in ritiro stasera o mi date piena fiducia su quello che vi devo dire. Così li ho lasciati liberi fino a martedì mattina perché sarà una settimana da gestire al meglio perché ci aspetta una partita tosta in Sicilia.
Il Milazzo è una buona squadra. Noi siamo una squadra importante in questo momento e dobbiamo andare in Sicilia a fare la nostra partita senza fare muro contro muro.  Dobbiamo attaccare perché non siamo una squadra che pensa a difendersi. Dobbiamo essere solo degli attendisti perché il Milazzo dovrà fare la partita“.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *