alpadesa
  
domenica 08 dicembre 2019
Flash news:   Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi

La nota – Slitta ancora la composizione della nuova giunta ad Atripalda. Troppe le distanze tra gli alleati

Pubblicato in data: 16/12/2012 alle ore:11:30 • Categoria: Editoriali, ComuneStampa Articolo

proclamazione-spagnuolo-sindacoSlitta ancora la composizione della nuova giunta ad Atripalda. Ad oltre dieci giorni dalla sentenza del Tar di Salerno che ha azzerato l’esecutivo municipale e bloccato l’azione di governo per la mancanza della quota rosa a seguito di ricorso presentato dal consigliere comunale del Psi Ulderico Pacia, il sindaco Paolo Spagnuolo ancora non è riuscito a dirimere la matassa. Troppo distanti le posizioni tra i partiti che sostengono la maggioranza al Comune: Udc, Pd, Fli e Psi. «Farò presto – ha dichiarato lapidario giorni fa il primo cittadino -. Ho già avviato le consultazioni e spero di definire tutto entro questo fine settimana».
Ma per ora Spagnuolo ha solo discusso con il suo partito, l’Udc cittadina e la direzione provinciale. La posizione nel partito di Casini è chiara: non rinunciare ai propri assessori. Il Pd invece non vuole assessori esterni e non vuole rinunciare a Tuccia, ma auspica che sia il consigliere Valentina Aquino ad entrare. Poi ci sono le posizioni di Fli e dell’ex assessore socialista Dimitri Musto in rottura con la segreteria cittadina proponente il ricorso. «Farò una mia valutazione finale – conclude Spagnuolo -. Voglio fare presto per poter di nuovo riprendere a lavorare nell’interesse della città perché in questo momento difficile per il Comune non si può restare a lungo senza giunta».
Gli accordi elettorali erano per l’assegnazione di un assessorato ogni due consiglieri eletti essendo la giunta composta da cinque assessori. Lo scudocrociato, partito più forte in termini di numeri in consiglio ed in giunta, ritiene che debbano essere i partiti alleati di Pd e Fli, avendo entrambi in Consiglio comunale eletto una donna, Valentino Aquino (Pd) e Fabiola Scioscia (che si dichiara però non iscritta a Fli) a doversi farsi carico del problema favorendo un cambio in giunta tra il vicesindaco Luigi Tuccia e la consigliera Valentino Aquino (in caso fosse il Pd a doversi sacrificare) oppure consentire la staffetta fra Antonio Prezioso e la consigliera Fabiola Scioscia per Fli. Ma le posizioni dei due alleati appaio distanti da questa soluzione. Il Pd, con il segretario cittadino Federico Alvino attende ancora una convocazione ufficiale da parte del sindaco per discutere della questione e non sembra intenzionato a voler cedere sulla staffetta tra Tuccia ed Aquino. Stessa cosa in casa Fli. Per cui a rischiare di più è l’ex assessore socialista Dimitri Musto in rottura con la sezione cittadina del Psi. Al suo posto potrebbe entrare o un’assessore esterno donna dell’Udc o uno di area socialista oppure si potrebbe arrivare ad una staffetta di metà mandato tra le elette Valentina Aquino e Fabiola Scioscia.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

9 risposte a “La nota – Slitta ancora la composizione della nuova giunta ad Atripalda. Troppe le distanze tra gli alleati”

  1. errico ha detto:

    Le dimissioni sarebbero la strada più breve.

  2. MASSIMO ha detto:

    MA TU GUARDA A COSA DOBBIAMO ASSISTERE.

  3. ludovico ha detto:

    ma non è possibile amministrare in questo modo.
    se non raggiungono nessun accordo la macchina
    amministrativa e’ ferma.
    Il Prefetto ne è al corrente?????????

  4. sibilla ha detto:

    Il caro Ulderico Pacia ha fatto il ricorso?! Ebbene in casa socialista ci deve essere il sacrificio dell’assessorato! La dottoressa Aquino è del PD ma ….la Sciosca non è mai stata di FLI mai stata di A.N. Per quanto in mia conoscenza è una filonicolamanciniana pertanto di una area divesa da quella di DESTRA. ANTONIO PREZIOSO E’ L’UNICO RAPPRESENTNTE DI FLI IN CONSIGLIO PERTANTO SBRIGATEVELA TRA CHI HA DI PIU’ CONSIGLIERI!!!!!!

  5. asso ha detto:

    Tutti a casa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. delirium ha detto:

    Che delusione che Sindaco sei? Nomina sta nuova giunta e vai avanti col lavoro che faticosamente sta dando i suoi frutti. Se qualcuno avrà qualcosa da ridire e non ti garantirà il suo voto, si assumerà la responsabilità di tornare alle urne.

  7. Ex atripaldese ha detto:

    Stativi a casa che schifo

  8. per errico ha detto:

    facciamo amministrare errico… lui è il migliore… però si deve firmare e noi lo votiamo. Che ne dici errico piuttosto che fare l’ anonimo?… perchè non ci metti il nome e il cognome..?

  9. o bombolaro ha detto:

    allora calma tutti
    la raccolta differenziata parte a settembre siamo in attesa di sapere l’anno
    la pianta organica parte a ottobre anche aspettiamo l’anno
    quest’anno non innalzeremo l’imu sulla prima casa. Ma a voi l’anno finisce a luglio quindi
    entro il fine settimana la nuova giunta ora attendiamo di sapere il mese e l’anno
    sindaco le cose prima si fanno e poi si comunicano
    sei davvero un discepolo del MO VERIMMO…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *