marted� 16 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

Basket, derby amaro per la Sidigas: sconfitta a Caserta 76 a 57 il finale. Vitucci: “Decisivo il primo quarto”

Pubblicato in data: 3/3/2014 alle ore:09:39 • Categoria: Avellino Basket

sidigas montepaschi 3Derby amaro per la Sidigas di mister Vitucci che cede in quel di Caserta contro una Juve più in palla e più concentrata. L’assenza di Ivanov si rileva decisiva, anche perchè chi lo sostituisce non riesce a dare il contributo in cui Vitucci si auspicava. Una vera e propria brutta figura che hanno dato l’impressione di non essere mai in partita. Encomiabili invece gli original fans che hanno seguito i cestisti biancoverdi in massa. Già dalle prime battute si capisce che per la Scandone non è una serata positiva. Caserta parte forte con Easley che con un primo mini break porta i suoi al +6 . Cavaliero prova a dare una scossa ai suoi ma il primo quarto scivola via con i padroni di casa che si portano sul 16 a 7. I bianconeri non si fermano e Lakovic riesce solo a ridurre ma il quarto termina sul 28 a 13. Nel secondo quarto la Sidigas non riesce a rientrare in partita e Caserta va in scioltezza e allunga. Con Spinelli in campo migliorano le cose in attacco ma il vero problema di Avellino è la difesa. La juve segna da ogni parte e chiude in vantaggio l’intervallo di metà gara: 39 a 21. I biancoverdi si giocano il tutto per tutto nel terzo quarto e riescono a risorgere grazie a Lakovic e Hayes che con le triple riescono a ridurre lo svantaggio e a portarsi al -8 e il tempo si chiude sul 52 a 44.  Nell’ultimo quarto la Sidigas ha voglia di recuperare ma sbaglia troppo in attacco e Caserta allunga. Da qui alla fine è un monologo casertano e Avellino non riesce a rientrare in partita. Avellino vede gli spettri del passato e si rivede la squadra che non sapeva esprimere gioco.  Al termine della partita amaro il tecnico Frank Vitucci: “Un primo quarto negativo che ha segnato l’andamento del match, così come l’ultimo quarto. Dobbiamo metterci più energia e convinzione in quello che facciamo e dobbiamo avere un contributo superiore da parte di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *