alpadesa
  
sabato 17 agosto 2019
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Debacle a Padova, addio sogni playoff

Pubblicato in data: 31/5/2014 alle ore:08:18 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

rastelli

L’Avellino viene battuto a Padova per 2 a 1 e getta l’occasione dei playoff.
Un uno-due micidiale, con i veneti che nel primo tempo puniscono i biancoverdi. E così i lupi dicono addio ai play off per la serie A chiudendo nel peggiore dei modi il campionato cadetto all’undicesimo posto con 59 punti in classifica.
Un’esclusione dalla post season che brucia non poco visto anche i risultati maturati sugli altri campi, che fino all’ultimo sono statio alla portata degli irpini se avessero vinto. Invece la formazione di Rastelli cede di misura ad una squadra già retrocessa ed a nulla serve la bella rete di Castaldo in chiusura di primo tempo per allungare la stagione. Decisive le reti di Melchiorri e Diakitè per i padroni di casa.Questo il commento di Massimo Rastelli al termine del ko: “Eravamo privi di sei titolari. Ho dovuto stravolgere l’undici di partenza e loro hanno giocato una partita d’orgoglio”. Non cerca alibi il tecnico dei lupi: “Dovevamo fare qualcosa in più. Purtroppo, non abbiamo creduto nel miracolo”.Rastelli poi conclude: “Dopo 42 partite le energie sono quel che sono ma dovevamo vincere. Sono state regalate due reti ai nostri avversari e poi non abbiamo avuto la forza di pareggiare il match. I risultati erano favorevoli. E’ un peccato”.

TABELLINO:

PADOVA (4-4-2): Mazzoni; Carini, Kelic (1′ st Pasa), Benedetti, Almici; Osuji, Iori, Cuffa (23’st Bellemo), Vinicius; Diakite (40′ st Feczesin), Melchiorri. A disp: Nocchi, Bellemo, Vantaggiato, Improta, Pasquato, Di Matteo All.: Serena.
AVELLINO (4-3-1-2): Seculin; Zappacosta (19′ st Angiulli), Decarli, Pisacane, Bittante; Schiavon, Togni, Pizza (1′ st Biancolino); Ciano; Castaldo, Soncin (14′ st Ladrière). A disp: Di Masi, Fabbro, De Vito, , Peccarisi. All.: Rastelli.
ARBITRO: Borriello di Mantova.
MARCATORI: 24′ pt Melchiorri (P); 26′ pt Diakite (P), 46′ pt Casstaldo (A)
NOTE:Ammoniti: Almici, Osuji (P)Espulsi: Angoli: 7-3 Avellino. Rec:1′ pt; 4’st

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *