alpadesa
  
Flash news:   Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza

Disastro al Partenio, lupi battuti dall’ultima in classifica: 1-2 per il Cittadella. FOTO

Pubblicato in data: 25/1/2015 alle ore:12:44 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Avellino Cittadella1I lupi si arrendono al Partenio per 1 a 2. L’Avellino viene sconfitto in casa dal Cittadella, ultimo in classifica, mettendo in mostra tutti i propri limiti tecnici nella costruzione del gioco contro squadre non di rango. Dopo Vicenza e Crotone, un’altra piccola batte i biancoverdi che scendono così al settimo posto in classifica, con punti 33. Deludono i nuovi acquisti Mokulu, schierato sin dall’avvio di gara a sorpresa da Rastelli al fianco di un Castaldo sotto tono a causa dell’influenza, e Trotta entrato nel secondo tempo. Mokulu in campo dal primo minuto, l’attaccante belga esordisce al fianco di Castaldo. Classico 3-5-2- con Gomis in porta, difesa a tre composta da Pisacane, Ely e Chiosa. In mediana Regoli e Visconti sulle corsie esterne ed il trio D’Angelo, Kone e Schiavon in mezzo.
Avellino Cittadella2Eppure sono proprio i lupi che partono abbastanza bene sfiorando il gol con Regoli. Ma al 24′ passa in vantaggio il Cittadella con un colpo di testa non irresistibile di Stanco che Gomis non riesce a bloccare. Al 42′ il raddoppio dei veneti con Gerardi, su rigore, fischiato per un infelice intervento di Schiavon su Kupisz che stava uscendo dall’area. Alla fine del primo tempo, siamo al 44′, l’Avellino accorcia le distanze con un bel piatto al volo di Regoli.
Nella ripresa ci si attenderebbe sul rettangolo di gioco un Avellino bellicoso, ma è il Cittadella a sfiorare più volte il gol del 3-1. Rastelli inserisce anche l’altro acquisto di gennaio, Trotta, che non incide. Alla fine della gara i tifosi contestano la squadra. I calciatori restano a parlare per dieci minuti sotto la curva con gli ultras.

Avellino Cittadella Curva SudTABELLINO: AVELLINO- CITTADELLA 1-2

Avellino (3-5-2):Gomis; Pisacane, Ely, Chiosa; Regoli, D’Angelo, Kone, Schiavon (16′ st Soumarè), Visconti; Castaldo (32′ st Comi), Mokulu ( 8′ st Trotta).
A disp.: Frattali, Arini, Fabbro, Comi, Bittante, Angeli, Almici. All.: Rastelli

Cittadella (4-4-2): Pierobon; Cappelletti, Scaglia, Pellizzer, Barreca; Busellato, Rigoni, Paolucci, Kupisz; Stanco (25′ st Coralli), Gerardi(37′ st Sgrigna).
A disp.: Valentini, Pecorini, De Leidi, Minesso, Benedetti, Donazzan, Mancuso. All.: Foscarini.

MARCATORI: 26′ pt Stanco (C), 42′ pt Gerardi (C), 44′ pt Regoli (A)
Arbitro: Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo
Ammoniti: Schiavon, Visconti, Kone (A), Gerardi, Stanco,Rigoni(C). Angoli: 7-4 Avellino.Rec: 2′ pt e 40 st
Avellino Cittadella3

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *