alpadesa
  
Flash news:   Atripalda, scuole chiuse fino al 29 novembre: ecco l’ordinanza del sindaco Verifica e salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2020.2022, lunedì 30 novembre torna il Consiglio comunale ad Atripalda Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 5 a Atripalda Coronavirus: Atripalda piange la morte di Michele, volontario tra le macerie de L’Aquila 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati Coronavirus, il sindaco di Atripalda pronto a far slittare la riapertura di Infanzia e prima elementare al 30 novembre 40° anniversario del terremoto in Irpinia, il vescovo Aiello: “Alle 19:34 il suono delle campane delle chiese in memoria delle vittime” Coronavirus, in Campania da mercoledì 25 novembre si torna in classe per l’Infanzia e prime classi della Primaria 40° anniversario del terremoto in Irpinia: i Carabinieri commemorano le vittime del sisma e i caduti dell’Arma. VIDEO

Sidigas sconfitta nel derby, Caserta espugna il Pala del Mauro: 70 a 74

Pubblicato in data: 20/4/2015 alle ore:00:23 • Categoria: Avellino Basket

sidigas-pistoia 6Avellino sciupa le ultime speranze play off e Caserta torna a sperare in una salvezza che avrebbe dell’incredibile. Questa la fotografia del derby che regala alla Pasta Reggia due punti preziosissimi e che fa alzare bandiera bianca a coach Frates. E neanche a farlo apposta a fare la voce grossa in campo è stato l’ex di turno, Ivanov, che ha spianato la strada ai bianconeri di mister Esposito. Il bulgaro è stato semplicemente dominante sotto le plance chiudendo con 28 punti e 36 di valutazione (suo massimo stagionale). Nonostante le 24 palle perse ed il 4/23 dall’arco, una batteria esterni operaia ma spuntata (Moredente, Vitali e Tommasini un punto in tre), Caserta ha dominato a rimbalzo, mostrando gli artigli in difesa nei momenti decisivi ed affidando a Domercant i palloni più pesanti del match che hanno spaccato la contesa. Serata difficile per i lunghi di Avellino, con il solo Trasolini a lasciare un’immagine positiva. Nella serata poco brillante di Green è stato Gaines a bissare la gara: dopo i 28 del PalaMaggiò sono arrivati i 27 di stasera ed il ruolo di mvp mancato.Frates teme Ivanov e si affida a Lechthaler, ma il bulgaro si rivela subito un fattore per Caserta (2-6 al 3’). L’esperimento di Avellino finisce qui con l’ingresso repentino di Anosike. Solo due punti in cinque minuti per la Sidigas che prova a metterla sull’atletismo in attacco, ma manca di precisione con Hanga ed Harper. Un gioco da tre punti di Trasolini è illusorio. Caserta ne approfitta in parte (0/8 da tre per gli ospiti nel primo quarto), ma tanto basta ad allungare sul 5-12 all’8’ in coincidenza dell’ingresso sul parquet di Domercant. Frates teme Ivanov e si affida a Lechthaler, ma il bulgaro si rivela subito un fattore per Caserta (2-6 al 3’). L’esperimento di Avellino finisce qui con l’ingresso repentino di Anosike. Solo due punti in cinque minuti per la Sidigas che prova a metterla sull’atletismo in attacco, ma manca di precisione con Hanga ed Harper. Un gioco da tre punti di Trasolini è illusorio. Caserta ne approfitta in parte (0/8 da tre per gli ospiti nel primo quarto), ma tanto basta ad allungare sul 5-12 all’8’ in coincidenza dell’ingresso sul parquet di Domercant. Gaines riparte da dove aveva lasciato ma Avellino si divora il possibile aggancio con Harper, Caserta costruisce il massimo vantaggio con un parziale di 6-0 (39-48 al 26’). Harper trova la via del canestro dopo sei errori. Con Caserta in controllo, coach Esposito paga con un tecnico le proprie proteste. Gaines fa il pieno dalla lunetta Banks infila la tripla e sul possesso successivo Trasolini chiude il contropiede con la schiacciata che restituisce il momentaneo vantaggio agli irpini (49-48 al 28’). Un paio di zampate di Ivanov sotto canestro rimettono la gara in perfetta parità all’ultimo mini intervallo 53-53 al 30’. Caserta parte bene nell’ultima frazione: una tripla di Scott è il primo segnale (56-62 al 34’). Frates si affida al quintetto piccolo: un gioco da tre punti di Gaines riporta Avellino a contatto (61-62 al 35’). Scott e Ivanov riallungano. Il protagonista è Domercant cinque punti da fuoriclasse che spaccano il match (63-71). Avellino trova un paio di buone difese che Gaines ed Hanga capitalizzano sul fronte opposto (67-71). L’infrazione di passi di Gaines a 47” consegna a Caserta il pallone del game-over: che però Caserta non sfrutta. Hanga fa 1/2 dalla lunetta ma il rimbalzo è di Avellino: Banks fallisce la tripla del pareggio e sul possesso contestato che ne segue l’instant replay la consegna a Caserta: Domercant e Mordente la blindano dalla lunetta.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *