alpadesa
  
Flash news:   L’associazione ACIPeA alla ribalta degli appuntamenti estivi Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, domani messe in piazza Umberto I ad Atripalda con il vescovo Aiello Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi

L’analisi di Tesser: «Derby meritato, nel secondo tempo solo noi»

Pubblicato in data: 17/1/2016 alle ore:13:11 • Categoria: Avellino Calcio

Tesser«E’ stata una partita contratta ma c’era da aspettarselo. La tensione era legittima. Per trovare il ritmo giusto ci abbiamo messo un po’ di tempo ma nel secondo tempo in campo ci siamo stati solo noi. In 35 minuti la Salernitana non ha mai tirato in porta. Nel finale avrebbero potuto pareggiare ma per noi sarebbe stata una beffa. Derby incredibile con un pubblico straordinario e molto corretto sugli spalti. Godiamoci il momento. Abbiamo vinto con merito contro una buona squadra. A noi è bastato trovare il ritmo giusto e poi abbiamo giocato come sappiamo fare».
Tesser si gode la sesta vittoria consecutiva ed in sala stampa commenta così la vittoria di misura sulla Salernitana. «Sono felice in particolare modo per il pubblico. Io cerco di trasmettere l’entusiasmo ai miei giocatori. Sappiamo che dobbiamo sempre giocare con la mente sgombra e senza problemi». Sull’innesto dei tre nuopvi acquisti: «Era normale che fossero un po’ spaesati visto che esordivano. Hanno giocato una buona partita. Pagherà ha recuperato tantissimi palloni e mi è piaciuta la prestazione». Sull’avversario: «Ha giocato una buona partita nel primo tempo, nel secondo ci siamo stati solo noi». Su Trotta invece: «Se va in serie A vuol dire che lo merita. Sicuramente peserà se dovesse andare via».
L’Avellino detiene il record di otto vittorie consecutive, possibile arrivarci:«Pensiamo al Modena intanto».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Dalla libertà vigilata alla casa lavoro: due anni al trentenne autore di centinaia di truffe online

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal Tribunale di Avellino nei confronti di Read more

Censimento amianto, “Noi Atripalda” interroga l’ente su esito e provvedimenti da adottare

I consiglieri comunali del gruppo Noi Atripalda, Domenico Landi, Francesco Mazzariello, Maria Picariello, Fabiola Scioscia e Paolo Spagnuolo hanno presentato interrogazione Read more

Detiene illegalmente fucile e munizioni: nei guai 65enne atripaldese

  I Carabinieri della Compagnia di Avellino, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di Read more

Festa dei Musei, sabato e domenica visite al Parco di Abellinum e ai giardini di Palazzo Caracciolo

Torna questo fine settimana, sabato 20 e domenica 21 maggio, la festa che celebra il patrimonio culturale italiano, con eventi e Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *