alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, su 198 tamponi nessun caso positivo in Irpinia oggi Coronavirus, 399 i guariti in Irpinia e 49 i comuni Covid Free Coronavirus, raddoppiano i casi di contagio (+318) ma scendono i decessi a 55 Festa della Repubblica, lettera di Idea Atripalda al Presidente Mattarella Il Comune di Atripalda torna a soccombere dinanzi al Giudice di Pace di Avellino, l’avvocato Aquino: «L’autovelox va posto in lockdown» Coronavirus, un nuovo caso in Irpinia: è di Casalbore Coronavirus, meno di 200 nuovi contagi e altre 60 vittime in un giorno Ciclismo, presentata la formazione A.S. “Civitas-Profumeria Lucia“ per la stagione agonistica 2020 Bando di gara per la progettazione definitiva ed esecutiva per i lavori di adeguamento sismico alla scuola dell’Infanzia “Nicola Adamo” di Atripalda Playoff: l’Avellino ci sarà

Clinica Santa Rita, proclamate altre 48 ore di sciopero

Pubblicato in data: 10/3/2017 alle ore:18:27 • Categoria: Attualità

“Siamo molto preoccupati per l’indisponibilità dell’azienda a dare spiegazioni circa le ragioni della mancata erogazione degli stipendi di gennaio e febbraio e a fornire indicazioni sul futuro della clinica, al centro di trattative per la vendita. Per questo, dopo la grande partecipazione allo sciopero dello scorso 8 marzo, abbiamo deciso con i lavoratori di protestare per altre 48 ore, dalle ore 8 del 21 alle ore 8 del 23 marzo”. Così esordiscono in una nota il segretario nazionale Ugl Sanità, Franco Patrociello, e il segretario provinciale della Federazione, Stefano Caruso, che insieme al segretario Utl­Ugl Avellino, Costantino Vassiliadis, e alla Rsa Ugl Sanità presso la Clinica Santa Rita, Matilde Durante, stanno affiancando i dipendenti della struttura per il prosieguo della protesta. “E’inammissibile – aggiungono i sindacalisti – lasciare lavoratrici e lavoratori senza stipendio, nonostante essi si stiano impegnando, con risorse proprie, a raggiungere tutti i giorni la clinica al fine di garantire il proseguimento delle attività ed il mantenimento della qualità delle prestazioni erogate, consapevoli che con il proprio lavoro hanno portato la struttura ad essere un centro di eccellenza”. “Chiediamo un confronto urgente con la proprietà – concludono – perché ci sono anche altre problematiche da affrontare, come la dotazione organica e l’organizzazione del lavoro, che hanno inevitabili ripercussioni sull’erogazione dei servizi ad un’utenza sempre maggiore, visto che si rivolgono alla clinica anche pazienti provenienti da fuori provincia”.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Alla “Santa Rita” il corso di “Laser: applicazioni in dermatologia e medicina estetica” in live surgery

Il 18 aprile 2015, dalle 9.00 alle 19, la Casa di Cura Santa Rita organizza l'evento formativo accreditato ECM dal Read more

Alla “Santa Rita” convegno e live surgery su “Laser: applicazioni in dermatologia e medicina estetica”

Il 18 aprile 2015, con inizio alle 9.00, presso la Casa di Cura Santa Rita in via Appia ad Atripalda Read more

Clinica Santa Rita, proclamato lo stato di agitazione. La Cgil scrive al Prefetto

Alla clinica Santa Rita di Atripalda proclamato lo stato di agitazione con la richiesta di tentativo di conciliazione e raffreddamento Read more

Clinica Santa Rita, Caruso (Ugl) : “No ai licenziamenti. Pagare stipendi e 13esime”

Dura presa di posizione della Ugl Sanità sui licenziamenti annunciati dalla Casa di cura “Santa Rita” di Atripalda e per Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *