alpadesa
  
Flash news:   Nuova centralina dell’Arpac per il rilevamento delle polveri sottili in via Pianodardine sul tetto della “Masi”, il sindaco: “richiesta al tavolo in Prefettura, no alla fonderia” I lupi cadono a Sassari Valle del Sabato, presentato dalle associazioni il dossier sull’inquinamento: “dati preoccupanti” Festa nel pub di Solofra con Fabrizio Corona: blitz di Carabinieri e Finanza Il Pd riparte ad Atripalda, l’assessore Palladino: «Stasera abbiamo dimostrato che non siamo pochi quelli che hanno a cuore la rinascita». FOTO Atto vandalico allla targa degli Scout, Antonio Evangelista: «Ci auguriamo che sia l’azione di uno sciocco, ma quella frase scritta fa male» Atto vandalico alla targa del Gruppo Scout Agesci Atripalda 1: ricoperta da scritte offensive Lutto Picone, addio al papà del vice comandante dei vigili Sabino Cinema Ideal, sul futuro restano le distanze tra eredi e Comune. Il sindaco: «proviamo insieme se c’è la volontà di collaborazione a dar vita ad un polo culturale. Io non accantonerei la legge Franceschini» Brutto incidente sulla Variante: centauro in gravi condizioni

“Facciamo un Pacco alla Camorra”, sabato mattina presso la biblioteca comunale

Pubblicato in data: 29/11/2017 alle ore:17:24 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Anche quest’anno “Facciamo un Pacco alla Camorra” arriva ad Atripalda.
È un progetto promosso dal Comitato Don Peppe Diana in collaborazione di “Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e attuato dal Consorzio N.C.O (nuova Cooperazione organizzata), con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di un’economia sociale come alternativa all’economia della speculazione e della corruzione.
Dietro quella semplice scatola c’è il lavoro di tutte quelle persone che ogni giorno scelgono di stare dalla parte giusta. I prodotti sono il frutto di quelle terre, di quei beni, in passato luoghi di violenza, di soprusi e abusi di potere, che oggi sono restituiti ai legittimi proprietari diventando il simbolo della speranza, dell’impegno, di una dignità e un’identità restituita alla collettività.

Chiamati a fare la nostra parte, non possiamo venir meno al nostro impegno, abbiamo la responsabilità di testimoniare a questa società che cambiare è possibile, ma affinché ciò avvenga è necessario che tutti capiscano di non poter combattere da soli questa battaglia; bisogna auspicare alla creazione di una fitta rete che veda collaborare le tante realtà territoriali, associazioni, cittadini, istituzioni, unite da un obiettivo comune: risvegliare le coscienze, contrastare il sistema, creare l’alternativa.

Per questo l’Associazione Cambia- Menti in collaborazione con il Presidio “Pasquale Campanello” di Libera Atripalda, hanno deciso di riproporre anche quest’anno l’iniziativa “Facciamo un pacco alla Camorra” alla cittadinanza atripaldese e soprattutto ai tanti giovani.
Vi aspettiamo sabato 2 dicembre alle ore 10:30 in l’Officina, presso la biblioteca comunale di Atripalda, in compagnia dei ragazzi delle quarte del Liceo Scientifico “De Caprariis” di Atripalda per conoscere i protagonisti di questa iniziativa, per essere parte di questo cambiamento, per aggiungere un nuovo piccolo tassello a questo grande puzzle.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *