alpadesa
  
Flash news:   Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere”

Gli Amici di Beppe Grillo Atripalda su gioco d’azzardo chiedono la regolamentazione dell’orario delle sale slot: “la posta in gioco per le famiglie è troppo alta, azzardiamo una proposta”

Pubblicato in data: 19/12/2017 alle ore:07:32 • Categoria: MoVimento 5 Stelle Grillo, Politica

I dati sull’azzardopatia in Italia sono preoccupanti,800.000 i casi denunciati,le famiglie con soggetti “gap” (giocatore d’azzardo patologico) vivono un forte disagio economico e sociale.
Non aiutano certo le continue aperture di sale da gioco che in Irpinia hanno raggiunto un incremento del 32,3 % solo nel 2016, fenomeno che constatiamo ogni giorno con le continue aperture anche nella nostra cittadina, i dati sempre del 2016 ci confermano che il livello delle giocate sul nostro territorio è cresciuto raggiungendo la ragguardevole cifra di 10,62 milioni di euro, segnando un +14,17 % rispetto al 2015 (da “L’Italia delle slot” interessante inchiesta dei Giornali locali del Gruppo Gedi in collaborazione con Dataninja e Effecinque consultabile on line).
Una soluzione valida è sicuramente la prevenzione attraverso la regolamentazione delle ore di apertura/chiusura di queste attività.
Il gruppo “Amici di Beppe Grillo Atripalda” ha inviato al Comune il giorno 18 dicembre 2017 un protocollo modello di “Proposta deliberativa consiliare atto di indirizzo ex art.50, comma 7, TUEL, di disciplina degli orari per l’esercizio delle attività di gioco lecito sul territorio comunale” e modello di “Ordinanza sindacale disciplina degli orari di esercizio dei giochi leciti ove è consentita la vincita di denaro installati in sale giochi, sale scommesse e in esercizi commerciali, nonché delle sale scommesse”.
I due provvedimenti sono quanto attuato rispettivamente dalle amministrazioni di Roma e Torino, possono rappresentare un esempio virtuoso da riproporre ad Atripalda adempiendo al dovere primo di un’ amministrazione, la tutela delle fasce più deboli della società drammaticamente coinvolte da questo fenomeno”.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti»

«Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti». Parte da qui il nuovo affondo all’Amministrazione Spagnuolo e alle sue politiche Read more

Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità

Si è svolta ieri l'assemblea dell'ASI dove è stato approvato all’unanimità dei presenti, il bilancio consuntivo 2019 del Consorzio Asi Read more

Calcinacci caduti ad Alvanite, il Prc attacca: “Le carte truccate di Del Mauro”

L’Amministrazione comunale di Atripalda batte un colpo sul “caso Alvanite” e lo fa con tutta l’autorevolezza dell’assessore al Patrimonio (nonché Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *