alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

L’Avellino espugna il “Liberati”, Capuano: “questa è la mia squadra”

Pubblicato in data: 24/10/2019 alle ore:07:46 • Categoria: Avellino Calcio

Quatto punti in due gare per l’Avellino di Ezio Capuano. Al “Liberati” di Terni i biancoverdi ripropongono il 3-5-2 ma devono fare i conti con la defezione di capitan Santiago Morero, mentre torna a disposizione Walter Zullo.

Formazioni disposte praticamente a specchio, ma non mancano le emozioni già nei primi minuti: il tiro Parisi viene murato in area e poi è Marilungo a far prendere un grande spavento alla difesa ospite, con una conclusione deviata che finisce di pochissimo a lato.  La Ternana spinge molto ma i lupi attendono in maniera ordinata. Dopo una mezz’ora a tinte rossoverdi, al 33′ è Gabriel Charpentier a colpire e a segnare di testa dopo una perfetta esecuzione dello schema su palla inattiva da parte del duo Di Paolantonio-Micovschi.

Il match resta incanalato sugli stessi binari per tutto il primo tempo, che si conclude con il sussulto della Ternana: eccellente cross di Parodi per la testa di Marilungo che a colpo sicuro manda fuori di un soffio.

Nella ripresa dopo appena 100” è Palumbo, con un tiro al volo, ad andare vicino alla marcatura: palla a lato.

Gli attacchi dei padroni di casa si fanno sempre più insistenti ed a cavallo della mezz’ora la Ternana diventa pericolosissima con l’ex Paghera e Ferrante, subentrato insieme a Mammarella e Partipilo e Torromino per dare ulteriore peso alla manovra offensiva delle Fere.

E’ proprio Ferrante a sfiorare il pareggio con un gran tiro da poco dentro l’area di rigore; l’ultima emozione è una punizione dal limite di Furlan, ma la partita si conclude con l’1 a 0 per i biancoverdi.

Mister Ezio Capuano festeggia con i 3 punti la panchina numero 600 tra i professionisti. Questo il suo commento: “Siamo riusciti a fare una grande partita contro una grandissima squadra, appena 3 giorni dopo una sfida probante come quella con il Bari. Devo fare un plauso a tutti i ragazzi che hanno saputo sacrificarsi, penso a Charpentier o allo stesso Laezza, stoici. Prima della gara lo avevo detto – ha concluso il mister – sento questa squadra già mia. L’ho voluta fortemente, ed ora me la tengo stretta come si tiene stretto un bambino appena nato”.

Così, invece, Walter Zullo al termine del match: “E’ stata un’ottima risposta, in continuità con quanto fatto vedere domenica contro il Bari. Sapevamo di venire a giocare contro una delle favorite alla vittoria finale, quindi i tre punti qui valgono doppio. I nomi del loro attacco parlano da soli, noi però siamo stati bravi ed anche un pizzico di fortuna ci è venuta incontro. Dopotutto la fortuna aiuta gli audaci, noi abbiamo fatto la partita che ci ha chiesto il mister, aggressivi su tutto il campo, ed alla fine siamo stati ripagati. Ma non montiamoci la testa, ora arriva la Reggina e non ci resta che lavorare, con 4 punti in più che ci fanno assolutamente bene”.

Tabellino

Ternana-Avellino 0-1

Marcatori: 33′ pt Charpentier.

Ternana (4-3-1-2): Tozzo; Parodi (12′ st Mammarella), Russo, Suagher, Celli; Paghera, Palumbo, Salzano (29′ st Partipilo); Furlan; Marilungo (13′ st Ferrante), Vantaggiato (25′ st Torromino).

A disp.: Marcone, Iannarilli, Diakitè, Proietti, Mucciante, Nesta, Niosi, Damian.

All: Gallo.

Avellino (3-5-2): Tonti; Illanes, Zullo, Laezza; Micovschi, De Marco (37′ st Silvestri), Di Paolantonio, Karic (1′ st Rossetti), Parisi; Charpentier, Albadoro (17′ st Alfageme).A disp.: Pizzella, Abibi, Celjak, Palmisano, Njie, Carbonelli, Evangelista, Petrucci.

All: Capuano.

Arbitro: Gualtieri di Asti.

Assistenti: Dicosta di Novara e Cubicciotti di Nichelino.

Ammoniti: (38′ pt Karic, 9′ st Illanes, 33′ st Palumbo ( gioco scorretto); 33′ st Tonti (comportamento non regolamentare) Angoli 12-3;

Recuperi: 0′ pt, 4′ st.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi

E’ il settore giovanile il primo passo ufficiale dell’Us Avellino 1912 per la stagione 2020/2021. Come preannunciato più volte dal Read more

Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano

L’Us Avellino comunica di aver sollevato mister Ezio Capuano dall’incarico di allenatore della prima squadra.  Il club intende ringraziare il Read more

Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati

Lupi subito fuori dai Playoff. Nel’ Ultimo match del Primo Turno della fase a gironi dei playoff di Serie C Read more

Montevergine, visita dell’Us Avellino questa mattina da Mamma Schiavona. Foto

Erano le 10, quando l’Us Avellino accompagnato dal patron Angelo Antonio D'Agostino è salito sul Santuario di Mamma Schiavone. A Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *