sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

Domani l’Avellino a Potenza, mister Braglia: “Non sarà una partita facile”

Pubblicato in data: 29/1/2022 alle ore:09:46 • Categoria: Avellino Calcio

In vista del match tra Potenza ed Avellino, previsto per domenica 30 gennaio 2022 alle ore 17,30, valevole per la ventiquattresima giornata del campionato di serie c, girone c, mister Piero Braglia è intervenuto questa mattina in conferenza stampa per presentare la sfida.

Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore biancoverde.

Sulla prossima gara. “Affrontiamo il Potenza dopo che ha cambiato allenatore. Non sarà una partita facile perchè troveremo un clima rovente data la loro particolare situazione di classifica. Noi dovremo essere bravi a fare una buona gara giocando al massimo delle nostre possibilità”.

Sulle voci di mercato. “Non è un argomento che mi compete. Non dirò mai con quale modulo giocherò e che giocatori arriveranno. Mi concentro esclusivamente sul campo e cerco di trarre il massimo dai giocatori che mi vengono messi a disposizione”.

Su D’Angelo e Sbraga. “Con Sonny ho un ottimo rapporto. È andato via per una scelta di vita e di mercato. Se lui è contento lo sono anche io. Andrea mi ha anche chiamato quando è andato via, non tutti lo fanno. Purtroppo per me era alternativo a Dossena, che reputo il miglior centrale del girone, e per questo essendo chiamato a fare delle scelte spesso è finito fuori. Auguro il meglio ad entrambi”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.