venerd� 01 marzo 2024
Flash news:   Il sindaco replica così alle accuse dell’opposizione: «Risponderò ai cittadini con i fatti» Quadro dell’Annunciazione, il delegato Barbarisi: «lo riporteremo a casa» Avellino-Catania, al via la prevendita per la gara di mercoledì 6 marzo L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto

“Noi Atripalda” interroga l’Amministrazione Comunale su Pineta Sessa e Scuola: “troppe domande senza risposta”

Pubblicato in data: 7/3/2022 alle ore:17:42 • Categoria: Politica

In strada, lontano dalle comode postazioni social e dagli uffici comunali, la comunità ha manifestato forti preoccupazioni per tre vicende diverse tra di loro ma che riguardano allo stesso modo il presente ed il futuro di tutti i cittadini. Noi, come da sempre, abbiamo prestato la nostra attenzione, la nostra sensibilità, affinché queste situazioni fossero affrontate nell’aula consiliare, il luogo istituzionale in cui è giusto e doveroso provare a cambiare le cose.  

Per questo motivo, abbiamo deciso di utilizzare uno degli strumenti disponibili allo scopo di chiedere all’Amministrazione Comunale spiegazioni più nette su tre temi piuttosto urgenti: il taglio di alberi che sta interessando la Pineta Sessa, il presente/futuro delle scuole atripaldesi ed il destino dei setti murari del teatro dell’Antica Abellinum emersi a via Appia.

Attraverso il “Question Time”, nella prossima seduta di Consiglio Comunale, il sindaco e la sua squadra amministrativa dovranno rispondere ai dubbi di tanti cittadini, a partire dai leciti interrogativi sull’intervento in atto nel parco pubblico fino al “perché” la richiesta dei fondi per mettere in sicurezza la scuola elementare “Mazzetti” è stata presentata fuori tempo massimo.

Chiederemo, inoltre, con forza e tenacia, delucidazioni circa le tempistiche con cui verrà avviato l’intervento di ristrutturazione che interesserà la scuola media “Masi”. Ad oggi, purtroppo, non si sa ancora né quando inizieranno i lavori né soprattutto dove verranno trasferiti gli studenti durante le attività.

In ultimo, ma non in ordine di importanza, saremo lieti di ascoltare le risposte dell’Amministrazione Comunale in merito alla necessaria valorizzazione dei resti del teatro dell’antica Abellinum e se l’accordo stipulato tra la Sovrintendenza e la proprietà della stazione di servizi sia stato ritenuto coerente con il Piano regolatore generale comunale.

Il nostro auspicio è quello di restituire ai cittadini, attraverso questa iniziativa istituzionale curata dal gruppo consiliare “Noi Atripalda”, le risposte che meritano (in realtà, che meritavano da tempo!).

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *