Flash news:   Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia

Amministrative 2022, Nunzia Battista: «Il 12 giugno questo paese può cambiare. Con noi chi è stanco delle buche nelle strade, delle scuole inagibili e delle periferie dimenticate»

Pubblicato in data: 8/4/2022 alle ore:16:53 • Categoria: Politica

«Il 12 giugno questo paese può cambiare! Solo i cittadini di Atripalda possono permettere che questo avvenga. Tutti i cittadini stanchi delle buche nelle strade, delle scuole inagibili, della spazzatura dovunque, delle strade allagate alla prima pioggia, dei servizi sociali inesistenti, delle strutture sportive abbandonate, delle periferie dimenticate».
E’ l’appello che lancia la candidata a sindaco della lista “Atripalda Bene Comune” Nunzia Battista. «I cittadini che vogliono essere parte della rinascita, artefici del nuovo benessere per tutti, che vogliono vedere realizzate le loro più belle visioni del futuro. I cittadini che hanno la visione di un paese a colori dove si fa festa per altro e, non solo, per il tredicesimo supermercato che mortifica il commercio storico e da lavoro solo a qualcuno. È il concetto di bello, vivibile, solidale, accogliente, moderno che non condividiamo proprio con chi è uscente né con chi era già uscito. Noi siamo in campo! E lo siamo davvero con l’orgoglio che sento a guidare un gruppo di candidati veri, capaci, normali e contemporaneamente speciali».
In lista a sostenere la corsa dell’ex consigliere Nunzia Battista ci sono Chiara Tarantino, Oscar Lui, Antonello Capone, Mario Nappi, Anna Racca, Marydin Mazzarella, Claudio Vecchione. Mary Del Gaudio, Roberto Renzulli e Caterina Mozzillo. Gli altri sei sono ancora a lavoro con i programmi e saranno presentati nei prossimi giorni. «Ma gli altri ce li hanno i candidati in lista? E dove sono? Sanno solo chiedere il voto a tu per tu o sanno anche parlare di progetti, delle loro idee. Perché nessuno ha il coraggio di metterci la faccia? – conclude Nunzia Battista -. Noi sfidiamo tutti a parlare a confrontarsi con la città, pubblicamente. Atripalda è degli atripaldesi che la amano e la rispettano. É di chi ha coraggio! Dimostrate tutti di averlo questo coraggio. Cambiate il 12 giugno!».

Il promotore del comitato “Abc” Roberto Renzulli spiega come nasce la lista «Abc Atripalda Bene Comune nasce come alternativa politica, una lista civica che vede Nunzia Battista sfidare un Pd cittadino diviso in due liste gemelle, che anche questa volta tenteranno di occupare gli scranni della maggioranza e della opposizione come già avvenuto nelle ultime tornate elettorali. Una lista civica, composta da cittadini preparati, determinati e con una visione diversa dagli Spagnuolo».
Infine Renzulli denuncia: «Commercio, scuole, mercato settimanale, sicurezza, decoro, pulizia, assistenza sociale, attività ricreative, viabilità, attenzione per bambini, giovani e anziani, periferie… tutto ormai è al di sotto degli standard minimi. Una città in emergenza da vent’anni, senza alcuna prospettiva, gli amministratori vivono alla giornata, sanno solo sfornare determine di spesa e tirare a campare. I cittadini sanno già cosa fare, chiedere ancora il voto dopo l’ennesimo fallimento è davvero fuori luogo. Piuttosto devono chiedere scusa ai cittadini. Tutti, maggioranza ed opposizione e togliere il disturbo. Ma cosa ci possiamo attendere da un sindaco che afferma che l’apertura di due nuovi supermercati sono utili al rilancio del commercio cittadino o dei membri dell’opposizione che votano in consiglio comunale, pagine bianche, sulla fiducia. Cosa ci vogliamo aspettare?».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.