Flash news:   Torna l’iniziativa “Estate in ludoteca”, voucher per 30 bambini: domande entro il 19 agosto Clima velenoso in città, la replica di Nunzia Battista (Abc): «amministrazione senza idee e progetti sulle cose importanti e urgenti da fare» Covid 19, doppio decesso al Moscati: anche una paziente di 78 anni di Atripalda Clima velenoso in città, il sindaco replica duramente all’opposizione: «I toni della maggioranza sono bassissimi, lavoriamo nell’interesse di Atripalda» Opposizione all’attacco della maggioranza: “stop ai veleni post voto” Aree giochi per bambini, conclusi i lavori del primo lotto. Il sindaco: “mi appello al senso civico di tutti” L’Alienazione dell’ex sede Asl di via Tiratore riaccende lo scontro politico in città. Renzulli (Abc): «è il fallimento di chi ci ha governato» L’Inail mette in vendita l’ex sede Asl di via Tiratore: asta il 5 ottobre al prezzo di 2 milioni e mezzo Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum

Amministrative 2022, nella seduta d’insediamento del Consiglio comunale l’ex sindaco attacca il primo cittadino sul ruolo in Acs. Foto

Pubblicato in data: 28/6/2022 alle ore:15:21 • Categoria: Politica

Nel giorno d’insediamento del Consiglio comunale ad Atripalda è subito scontro sull’Acs, la società partecipata del comune di Avellino in cui il neo sindaco Paolo Spagnuolo è amministratore unico. A sollevare la questione in aula è l’ex sindaco Giuseppe Spagnuolo che prende subito la parola per la convalida degli eletti sollevando dubbi sul doppio incarico di sindaco e amministratore: «Questa posizione crea di fatto una condizione di potenziale conflitto d’interesse tra il comune di Atripalda e la posizione all’Acs che è una partecipata del comune di Avellino – tuona dai banchi dell’opposizione – e si crea una subordinazione del comune di Atripalda rispetto a quello di Avellino. Chiedo di rimuove questa incompatibilità».
Ma il sindaco Paolo Spagnuolo respinge l’osservazione: «non esiste nessuna incompatibilità con una società partecipata visto che lo statuto non prevede questo tipo di incompatibilità. Il comune di Atripalda non è socio e i servizi offerti da “Avellino Città Servizi” sono erogati in esclusiva al comune di Avellino. Per cui non c’è nessuna interferenza. E neanche nessun vincolo di subordinazione. Non ci saranno dimissioni da parte mia ma rimetterò nella mani del sindaco di Avellino ogni valutazione anche perché l’Acs si trova a dover procedere con un nuovo contratto di servizi, per cui sarebbe dannoso».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.