venerd� 21 giugno 2024
Flash news:   Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto

Amministrative 2022, nella seduta d’insediamento del Consiglio comunale l’ex sindaco attacca il primo cittadino sul ruolo in Acs. Foto

Pubblicato in data: 28/6/2022 alle ore:15:21 • Categoria: Politica

Nel giorno d’insediamento del Consiglio comunale ad Atripalda è subito scontro sull’Acs, la società partecipata del comune di Avellino in cui il neo sindaco Paolo Spagnuolo è amministratore unico. A sollevare la questione in aula è l’ex sindaco Giuseppe Spagnuolo che prende subito la parola per la convalida degli eletti sollevando dubbi sul doppio incarico di sindaco e amministratore: «Questa posizione crea di fatto una condizione di potenziale conflitto d’interesse tra il comune di Atripalda e la posizione all’Acs che è una partecipata del comune di Avellino – tuona dai banchi dell’opposizione – e si crea una subordinazione del comune di Atripalda rispetto a quello di Avellino. Chiedo di rimuove questa incompatibilità».
Ma il sindaco Paolo Spagnuolo respinge l’osservazione: «non esiste nessuna incompatibilità con una società partecipata visto che lo statuto non prevede questo tipo di incompatibilità. Il comune di Atripalda non è socio e i servizi offerti da “Avellino Città Servizi” sono erogati in esclusiva al comune di Avellino. Per cui non c’è nessuna interferenza. E neanche nessun vincolo di subordinazione. Non ci saranno dimissioni da parte mia ma rimetterò nella mani del sindaco di Avellino ogni valutazione anche perché l’Acs si trova a dover procedere con un nuovo contratto di servizi, per cui sarebbe dannoso».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *