domenica 23 giugno 2024
Flash news:   Il sindaco Spagnuolo verso Fi, il segretario cittadino Pd Malavena: ”condotta ambivalente” Lesioni colpose ed omessa custodia di animali, tre rinviati a giudizio: 57enne assalito da due pitbull si costituisce parte civile Rissa al bar di via Appia: tutti assolti Estorsione e incendio di auto: affidamento in prova per atripaldese Convegno del Gruppo Archeologico La Civita presso la chiesa di San Nicola False dichiarazioni:processo da rifare per atripaldese Emergenza caldo, il Consorzio A5 attiva un numero verde Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci

Duello in Consiglio sul concessione per la realizzazione di nuovi loculi

Pubblicato in data: 29/12/2022 alle ore:18:36 • Categoria: Politica

Duello in Consiglio comunale sulla convenzione aggiuntiva al contratto di concessione di area cimiteriale alla società di mutua assistenza “L’Indipendente” per l’ampliamento e la costruzione di 132 nuovi loculi cimiteriali.

La struttura cimiteriale di via Manfredi-Pianodardine è ormai satura visto anche l’impossibilità di reperire ulteriori terreni su cui edificare perché le aree circostanti, rientranti nel parco archeologico di Abellinum, sono vincolate dalla Soprintendenza. Nelle aree retrostanti al cimitero infatti è ubicata la Domus romana e l’Università degli Studi di Salerno sta effettuando nuove campagne di scavo in base ad un accordo sottoscritto due anni fa con Comune e Soprintendenza.

Ad introdurre l’argomento, che ottiene il via libera delle maggioranza e il voto contrario del gruppo “Atripalda Futura” e l’astensione del gruppo Abc, è stato in aula il sindaco Paolo Spagnuolo: «anche qui, come per l’ex Centro Pmi, non andiamo a concedere un permesso a costruire su una richiesta del 1998, ma andiamo a regolamentare la cessione di questi loculi che avrà una diminuzione nella durata: non più 99 anni, durata che contribuisce a rendere saturo il cimitero e non favorisce un ricambio, ma a 50 anni».

Ma l’opposizione non ci sta. L’ex assessore Mirko Musto propone: «ho chiesto al sindaco che lo scambio con la società di mutua assistenza avvenga con loculi e non con soldi. Stiamo discutendo sull’edificio vecchio dove ci sono più di qualche problema». A sollevare le maggiori perplessità sull’intervento è l’ex sindaco Giuseppe Spagnuolo che invita a rifarsi alla convenzione e quindi «la quota che deve arrivare al Comune deve essere in numero di loculi e non un prezzo perché la città e il comune hanno necessità di loculi. Poi la struttura interessata dall’intervento è la vecchia Indipendente, e non la nuova, che non è antisismica dove si realizzeranno 132 nuovi loculi. Perciò bisogna capire preventivamente, visto che ci sarà un ampliamento della struttura, se sia necessario l’adeguamento antisismico e penso sia opportuno avere la certezza della tipologia dell’intervento, per salvaguardare tutti i soci della società di mutua assistenza. L’Amministrazione non si infili in un intervento il cui costo possa poi ricadere su tutti i soci. Per cui se l’adeguamento sismico è necessario si valuterà su chi debba ricadere». Il delegato ai lavori pubblici Francesco Mazzariello, già presidente de “L’indipendente” illustra la situazione e tutto l’iter percorso per arrivare alla richiesta con il sindaco che replica alla minoranza: «L’intervento del consigliere Spagnuolo fa un po’ specie perché qui non siamo chiamati come ufficio tecnico ad approvare un progetto. Le valutazioni sul carico di queste nuove costruzioni non sono competenza nostre. Per favorire la rotazione c’è bisogno di acquistare vasche di decantazione, e già dal prossimo bilancio apposteremo le prime somme necessarie. E poi l’ex sindaco non ha sollevato tali perplessità quando aveva la delega all’urbanistica nel 2020. Allora c’era la possibilità di approfondire e non sono state sollevate. Noi non stiamo autorizzando la costruzione, ma all’ingegnere caposettore sarà detto di verificare questa questione».

Dopo un battibecco tra maggioranza e opposizione il sindaco: «noi non siamo l’assemblea dell’Indipendente». Poi ai voti la proposta dell’ex sindaco bocciata dall’aula e il via libera sul punto con voto contrario di “Atripalda Futura” e astensione del gruppo Abc.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *