alpadesa
  
Flash news:   È la notte della Super Luna Piena “La crisi del Pd e del Centrosinistra”, dibattito pubblico nella chiesa di San Nicola sabato pomeriggio Lo Stadio Partenio-Lombardi si rifà il look in vista delle Universiadi Progetto “#inacinque”, giovedì al Comune l’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini Raccolta differenziata, Primavera Irpinia incalza: «un opuscolo non basta: troppi cinque carrellati consegnati ad ogni condominio. Per questo siamo scesi al 61,14%» Premio San Valentino 2019, conclusioni e ringraziamenti Bucaro: “non meritavamo la sconfitta” Serie B, l’Atripalda Volleyball cade in casa contro Taranto Calcio, sonora sconfitta per l’Abellinum Nuova centralina dell’Arpac per il rilevamento delle polveri sottili in via Pianodardine sul tetto della “Masi”, il sindaco: “richiesta al tavolo in Prefettura, no alla fonderia”

Occupano abusivamente alloggio popolare a contrada Alvanite, i carabinieri denunciano quattro persone

Pubblicato in data: 30/1/2010 alle ore:14:27 • Categoria: CronacaStampa Articolo

alvanite4Occupano abusivamente un alloggio popolare a contrada Alvanite, i carabinieri denunciano quattro persone.
L’episodio è accaduto nel primo pomeriggio di ieri, quando i carabinieri della locale stazione, guidati dal comandante Costantino Cucciniello, sono intervenuti presso uno dei condomini di proprietà comunali sito al civico n.49 del popoloso quartiere periferico della cittadina del Sabato.
30-occupazione-contrada-alvanite-2Ad allertare le forze dell’ordine una segnalazione anonima che denunciava la presenza nell’immobile vuoto di alcune persone.
Accorsi sul posto, i militari hanno constatato che nell’alloggio, sito al pian terreno, era in atto un’occupazione abusiva: all’interno dell’abitazione infatti quattro persone erano intente a pulire i locali, dopo aver cambiato la serratura alla porta d’ingresso, preparando al meglio la casa per un imminente trasloco.
30-occupazione-contrada-alvanite-31L’appartamento completamente vuoto, sprovvisto di termosifoni e tapparelle alle finestre, doveva essere infatti risistemato dal comune prima di essere nuovamente assegnato ad una famiglia.
Ad occupare abusivamente l’immobile due coppie, imparentate tra di loro, di cui la prima proveniente da Montoro Inferiore e l’altra residente proprio a contrada Alvanite. Dagli accertamenti esperiti dai militi sarebbe stata proprio la coppia atripaldese a segnalare ai propri parenti di Montoro quella possibilità abitativa.
Gli occupanti hanno tentato di giustificarsi con le forze dell’ordine, dichiarando che stavano solo pulendo l’alloggio vuoto.
Ma i carabinieri hanno fatto sgomberare subito i locali è riconsegnato l’appartamento all’amministrazione comunale.
Portati tutti in caserma, i carabinieri hanno terminato le indagini deferendo in stato di libertà tutte e quattro le persone trovate nell’abitazione, segnalando quindi alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino tanto la coppia di Montoro che voleva trasferirsi ad Atripalda, quanto i loro parenti che, evidentemente, hanno concorso con i primi per la commissione del reato di invasione di edifici, aggravata dal fatto che il fabbricato è di proprietà pubblica.
30-occupazione-contrada-alvanite-4Sul posto anche gli agenti della Polizia Municipale e dipendenti dell’Utc. Ora l’ingresso dell’abitazione sarà murato al fine di rendere più difficoltoso l’accesso senza la necessaria assegnazione con bando pubblico.
Questo è il secondo episodio che si registra in città in poco tempo.
Era stato proprio il sindaco Aldo Laurenzano nelle settimane scorse a far murare alcuni ingressi di alloggi comunali rimasti liberi per scongiurare nuove occupazioni abusive ed atti di vandalismo. Una battaglia per la legalità che tuttavia non sembra scoraggiare ed arginare il fenomeno di occupare abusivamente un’abitazione popolare senza averne titolo.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *