alpadesa
  
Flash news:   Riapertura scuole in Campania, De Luca annuncia l’ordinanza: «Superiori aperte da lunedì 1 febbraio» Appropriazione indebita, arrestato dai Carabinieri un 40enne di Atripalda colpito da mandato europeo Pianta organica del Comune, parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “firmati i decreti dei dipendenti, a breve le assunzioni” Idea Atripalda raccoglie proposte e segnalazioni per migliorare la Città Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità” Domenico Airoma a capo della procura della Repubblica di Avellino Riapertura scuole in Campania, il Tar ordina: Primaria in classe da domani Stufa a Gpl prende fuoco ad Atripalda, i Vigili del fuoco evitano il peggio Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, la Giunta Spagnuolo fissa gli impegni di spesa per i due progetti di riqualificazione e risanamento idrogeologico ad Atripalda Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda

Tenta di estorcere denaro al fratello: in manette 35enne atripaldese

Pubblicato in data: 14/6/2010 alle ore:10:29 • Categoria: Cronaca

carabinieri-112Ha tentato di estorcere denaro al fratello minacciandolo di morte: arrestato dai Carabinieri 35enne atripaldese. Nel primo pomeriggio di ieri, L.G., queste le iniziali dell’uomo già noto alle forze dell’ordine per la recente rapina ad un negozio di kebab, si era recato presso l’abitazione del fratello in una via del centro di Atripalda, con l’intento di avanzare l’ennesima richiesta di denaro. Alle ferme risposte negative del fratello, l’uomo è andato sempre più in escandescenza arrampicandosi addirittura sul cancello d’ingresso e arrivando ad urlare minacce di morte.
Vista la drammatica situazione, la vittima, barricata in casa insieme alla moglie e alle figlie, ha allertato i Carabinieri. I militari, giunti immediatamente sul posto, hanno faticato non poco a far demordere l’uomo furioso dal suo ennesimo tentativo estorsivo e a farlo scendere dalla cancellata dell’abitazione. Anche dopo essere stato bloccato e reso inoffensivo, l’uomo ha continuato a inveire sia contro il fratello che verso la moglie e le figlie con parolacce, minacce e sputi.
Il 35enne è stato arrestato per il reato di tentata estorsione ai danni del fratello, nonché per minaccia e ingiurie verso la cognata e consegnato al carcere di Bellizzi Irpino, ove dovrà attendere le determinazioni dell’autorità giudiziaria del Tribunale di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *