alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16

Terremoto al Comune, anche il Pdl con Del Mauro e Mazzocca rassegnano le dimissioni dal Consiglio comunale

Pubblicato in data: 16/12/2011 alle ore:18:05 • Categoria: Politica

consiglio-comunale-26-novembre-pdlDopo il Pd e l’Udc anche il gruppo Pdl, con il capogruppo Massimiliano Del Mauro e Tommaso Mazzocca hanno rassegnato le dimissioni dal Consiglio comunale.
I due consiglieri si sono dimessi via fax, perché giunti dopo le 14. “Abbiamo inviato le nostre dimissioni – spiega l’ormai ex capogruppo Del Mauro – via fax e a mezzo posta elettronica certificata (Pec) atteso che torneremo lunedì mattina al Comune se ne fosse necessario. Con rammarico registro che, pur contattati tutti i consiglieri comunali di minoranza ed in condizioni, c’è stato chi tra loro non ha inteso partecipare. Peggio per lui, così si dà un segnale di vicinanza non certo alle opposizioni rispetto agli strilli, alle urle e agli articoli sui giornali. Al di là dell’efficacia, resta un dato politico drammaticamente forte per il sindaco: ci sono nove consiglieri, la metà del consiglio, che sono andati a casa dichiarando di non voler partecipare più a riunioni di consiglio comunale con questo sindaco delegittimato a tutti i livelli. Se dovessero esserci ripensamenti, se arrivassero anche altre dimissioni saremmo felici. Le dimissioni non devono essere per forza contestuali, perché comunque resta il dato politico. Stiamo lavorando inoltre con i non eletti affinché non accettino la surroga, così da rendere impossibile di riformare il consiglio comunale. A questo punto non riesco a capire l’accanimento e l’ostinazione del sindaco a voler restare attaccato alla poltrona e ad andare avanti“.
Questa è la soluzione migliore – afferma il coordinatore cittadino Attilio Strumolo Speriamo che il sindaco Laurenzano prenda atto di questa dimissioni e si regoli di conseguenza. Bisogna prendere atto che non c’è più la maggioranza politica in consiglio comunale e andare via senza utilizzare  l’escamotage delle surroghe“.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *