alpadesa
  
sabato 25 gennaio 2020
Flash news:   Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini I volontari dell’Associazione Alvanite al fianco dei pazienti dell’Hospice di Solofra Arrestato Vincenzo Schiavone proprietario della Clinica Santa Rita Nuovo main sponsor per la squadra di ciclismo A.S. Civitas di Atripalda Lo chef Alfredo Iannaccone alla ricerca di nuovi sapori Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti

Cade per via delle palle di neve: nessuna aggressione all’operaio in piazza Umberto

Pubblicato in data: 6/2/2012 alle ore:18:28 • Categoria: CronacaStampa Articolo

nevicata-piazza-umberto-iLe prime infomazioni avevano fatto pensare ad un’aggressione subita. invece, per l’operaio intento a spalare la neve in piazza Umberto I ad Atripalda, si è trattato solamente di una semplice caduta a causa di qualche palla di neve lanciata da alcuni bambini che giocavano in zona.
A chiarire la vicenda sono stati i carabinieri della locale stazione, diretti dal comandante Cucciniello. L’operaio, che è stato curato in ospedale, è tuttora impegnato nelle operazioni di spazzamento.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *