alpadesa
  
Flash news:   Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora

L’Associazione “La Verde Collina” di Atripalda chiede interventi urgenti di ripristino viabilità, pubblica illuminazione e manutenzione verde pubblico

Pubblicato in data: 28/2/2012 alle ore:15:07 • Categoria: CronacaStampa Articolo

verde-collinaAl Signor Sindaco del
Comune di Atripalda (AV)Alla Prefettura di Avellino
– Dipartimento Protezione Civile Avellino –

Alla Provincia di Avellino
– Settore Forestazione e manutenzione strade provinciali –

Al Comando del Corpo Forestale di Avellino

Al Consorzio idrico Alto Calore di Avellino
– Settore manutenzione rete idrica –

Alla Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Avellino

Agli organi di stampa ed emittenti locali

OGGETTO: Richiesta urgenti interventi di ripristino viabilità, pubblica illuminazione e manutenzione verde pubblico.

 

L’Associazione “La Verde Collina” di Atripalda, ente senza fine di lucro istituito per la tutela delle bellezze naturali delle contrade rurali di Pietramara, Cerzete, San Gregorio e Savoroni, per la salvaguardia del patrimonio e per la tutela della vivibilità delle popolazione di dette contrade, oltre che per la salvaguardia dall’inquinamento ambientale del patrimonio naturale e paesaggistico di dette località, ha reiteratamente segnalato a codesta Amministrazione la situazione di emergente difficoltà in cui restano le suddette contrade per essere state completamente abbandonate al loro destino e per l’assenza di ogni e qualsivoglia intervento da parte degli Enti competenti, finalizzato ad assicurare la ordinaria viabilità della rete statale (sia comunale che provinciale) e ad ottenere periodici interventi manutentivi sul verde pubblico per scongiurare il verificarsi di gravi pericoli per l’incolumità di persone e cose.
Le predette segnalazioni, inoltrate sin dall’anno 2008, unitamente alla dichiarata disponibilità dell’Associazione a collaborare fattivamente per la soluzione delle problematiche, non hanno sortito alcun effetto; anzi, i problemi più volte evidenziati si sono via via aggravati fino a diventare una vera emergenza in conseguenza delle recenti, copiose precipitazioni nevose che hanno determinato:
1) interruzione delle rete elettrica pubblica lungo via Pietramara e via Provinciale Cerzete, a seguito della rottura di pali portanti e dei cavi elettrici generata dalla caduta di alberi di alto fusto, sia da proprietà private che dal Parco Pubblico, evento questo che l’Associazione aveva ripetutamente paventato attraverso le frequenti segnalazioni prodotte all’Amministrazione;
2) ingombro della viabilità pubblica compromessa oltre che dagli alberi caduti, dall’assenza di qualsiasi intervento manutentivo – sebbene richiesto e segnalato – sia a carico delle cunette che della vegetazione di proprietà privata e pubblica prospiciente le suddette strade. A tal riguardo si segnala che la caduta degli alberi di alto fusto ha procurato notevoli danni alle recinzioni e strutture rurali ivi esistenti ed avrebbero potuto comportare nocumento anche per i residenti.
A ciò si aggiunga che versa in uno stato di assoluta fatiscenza e precarietà la condotta idrica che attraversa se suddette contrade, situazione questa già segnalata al Comune e all’Alto Calore e per la quale quest’ultimo ente ha già approntato un progetto esecutivo non ancora realizzato per assenza di finanziamento da parte della Regione Campania.
In tale contesto, attesa la gravissima situazione di precarietà ed emergenza che si è venuta a determinare a seguito dei noti eventi atmosferici dei giorni scorsi e tenuto conto del notevole disagio e della condizione di pericolosità in cui versano gli abitanti delle suddette contrade, si invitano e diffidano codesti Enti in indirizzo – ciascuno per quanto di rispettiva competenza – ad intervenire con la necessaria tempestività per porre in essere tutti gli interventi atti a ripristinare la normale viabilità delle ripetute contrade, la pubblica illuminazione ed a ripristinare la integrità delle recinzioni e delle strutture rurali danneggiate. La questione riveste carattere di urgenza, per cui si rende necessario eseguire una accurata e tempestiva verifica sulla vegetazione pubblica e privata, con particolare riferimento ai numerosi alberi di alto fusto che costeggiano le strade e che costituiscono un grave e imminente pericolo per persone e cose.
Stante la gravità della situazione, in assenza dei richiesti urgenti interventi, questa Associazione si vedrà costretta ad intraprendere ogni consentita iniziativa, nelle sedi competenti, per l’inadempienza degli Enti istituzionalmente competenti, informando la pubblica opinione in modo circostanziato sulle responsabilità rivenienti da tale inadempienza.

Atripalda, 27 febbraio 2012

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *