mercoled� 17 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

Controlli in città e nell’hinterland, task force della Polizia

Pubblicato in data: 3/3/2012 alle ore:13:10 • Categoria: Cronaca

polizia2Una vasta operazione di controllo del territorio nella settimana appena trascorsa, è stata condotta da personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Avellino con il concorso di personale specializzato del Reparto Prevenzione Crimine Campania, l’attività ha interessato il comune capoluogo e l’immediato interland. I servizi, con posti di blocco e controllo di persone e veicoli, sono stati finalizzati a prevenire e reprimere in particolare i reati di tipo predatorio.Nel corso delle attività condotte sono state controllate 465 persone e 223 veicoli e rimpatriati dalla Divisione Anticrimine, con foglio di via obbligatorio, 10 persone di cui quattro napoletani e 6 rumeni sempre residenti nella provincia di Napoli. A tali persone considerate pericolose per la sicurezza pubblica è stato disposto il divieto di ritorno in Avellino per 3 anni. Tre sono state invece le persone segnalate alla locale Prefettura quali assuntori di stupefacenti perché trovate in possesso di tre grammi di cocaina.

Nel corso dei posti di blocco, in Mercogliano, si procedeva al controllo di due trentenni napoletani a bordo di un’autovettura Fiat Stilo, in transito in via Nazionale Torrette di Mercogliano. All’alt intimato dai poliziotti, gli stessi aumentavano l’andatura tentando di eludere il fermo ma dopo un breve inseguimento venivano bloccati. Nella circostanza si procedeva all’identificazione dei due e alla perquisizione personale estesa anche all’autovettura. Proprio nel portabagagli dell’auto i due nascondevano indumenti contraffatti di note marche, quali Burberry, Roberto Cavalli e Fred Perry. I due condotti presso gli Uffici di via Palatucci, venivano deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di ricettazione. La merce griffata, di elevato valore, veniva sequestrata e posta a disposizione dell’A.G.

Posti di blocco sono attuati anche nei pressi dei caselli autostradali dell’A16 di Avellino Ovest ed Est. In uno di questi servizi veniva fermato un 38enne cittadino romeno alla guida di un autovettura già sottoposta a sequestro amministrativo, pertanto lo stesso veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. Nella circostanza gli veniva ritirata la patente di guida e sequestrata l’autovettura.

L’azione di controllo del territorio ha portato anche al sequestro amministrativo di altre due autovetture e altrettanti ciclomotori nonché ad un arresto, in esecuzione dell’Ordinanza Applicativa della Misura Cautelare della Custodia in Carcere, emessa dalla Corte di Appello di Napoli, di un 31enne di nazionalità irachena.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *