alpadesa
  
Flash news:   Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza

Sorpresa a rubare all’Oviesse, donna denunciata dai Carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 17/11/2012 alle ore:10:58 • Categoria: CronacaStampa Articolo

refurtiva oviesse atripalda carabinieriTenta di rubare indumenti dal valore di circa 100 euro, nel centro commerciale Appia, 40enne denunciata dai Carabinieri di Atripalda. Prosegue la massiccia azione di contrasto posta in essere dai carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per contrastare i reati predatori, tanto ai danni dei privati cittadini, quanto ai danni di esercizi commerciali. In quest’ultimo senso, nella mattinata di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Atripalda sono intervenuti all’interno del negozio “Oviesse”, ubicato nel centro commerciale Appia, denunciando in stato di libertà una donna comunitaria, prossima ai 40 anni e che lavora in un’attività commerciale dell’hinterland avellinese, resasi appunto responsabile del reato di furto aggravato. Dopo esser stati allertati dagli addetti alle vendite del citato negozio, i militari dell’Arma hanno accertato che la donna si era in effetti appropriata di varia merce in esposizione, occultandola nella propria borsa, dopo averne preventivamente staccando i cartellini e le placche antitaccheggio. Ella s’era infatti nascosta all’interno dei salottini prova, con la scusa di provare alcuni capi di abbigliamento, e là aveva provveduto a togliere (con l’uso di una forbicina per unghie) etichette, scatole e dispositivi antitaccheggio da una gonna, un abito da donna, una sottoveste e 7 paia di calze autoreggenti. Dopo la formalizzazione della querela da parte dei responsabili dell’esercizio commerciale, la donna è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di furto, aggravato dalla violenza sulle cose (ave aperto le scatole e asportato l’antitaccheggio) e dall’esposizione alla pubblica fede della refurtiva. Tutti i capi di abbigliamento trafugati, per un valore commerciale intorno ai 100 euro, sono poi stati restituiti al direttore dei grandi magazzini.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *