alpadesa
  
Flash news:   Riapre al pubblico, dopo mesi di chiusura, il parco archeologico Abellinum ad Atripalda Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia

Aggrediscono il rivale a bastonate, padre e figlio denunciati dai Carabinieri

Pubblicato in data: 29/8/2014 alle ore:14:34 • Categoria: Cronaca

stazione-carabinieri-atripalda

Due uomini, padre e figlio, sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione di Atripalda, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, per aver aggredito e picchiato con un bastone un giovane del luogo. L’evento risale al pomeriggio del 27 agosto scorso quando i militari venivano allertati dai sanitari di un istituto privato di cura che segnalavano la presenza di un giovane ferito. Intervenuti prontamente, i Carabinieri riuscivano a rintracciare ed identificare la vittima, un 25enne del posto, che veniva in seguito trasferito e fatto visitare presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Moscati di Avellino, ove i medici gli riscontravano la frattura di un dito ed un trauma cranico con ferite lacero-contuse. Le indagini immediatamente attivate conducevano i Carabinieri ad identificare in due atripaldesi, padre e figlio, i presunti aggressori i quali, stando alla ricostruzione operata dai militari, avrebbero posto in essere la barbara aggressione in uno squallido scenario di preesistenti e di lungo corso dissapori tra la propria famiglia e quella della malcapitata vittima. La perquisizione domiciliare eseguita nella notte dai Carabinieri consentiva il rinvenimento dell’arma, facendo così emergere un quadro indiziario a carico dei due tale da far scattare il loro deferimento in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del Capoluogo irpino, per i reati di lesioni personali e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, al Moscati analizzati 100 tamponi e nessun caso positivo. I contagiati restano 434

L’Asl comunica che su 100 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino nella giornata di oggi sono risultati 0 positivi. Il Read more

Coronavirus, deceduta una 90enne di Ariano Irpino al Moscati. Le vittime in Irpinia salgono a 50

È deceduta, questo pomeriggio, nel Covid Hospital dell’Azienda Ospedaliera Moscati, una 90enne di Ariano Irpino. L’anziana, affetta da Covid-19, era Read more

Coronavirus, salgono a 14 i decessi in Provincia: un 72enne di Venticano non ce l’ha fatta

Stamane è deceduto nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Moscati un 72enne di Venticano, risultato positivo al Covid-19. L’uomo Read more

Coronavirus, aggiornamento Campania: salgono a 1052 i contagi. Nella giornata di oggi 26 casi positivi

L'unità di Crisi della Regione Campania comunica che: - presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno sono stati esaminati 120 Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *