marted� 16 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

Rapinarono e picchiarono tabaccaio di via Aversa, si aprono le porte del carcere: 3 anni da scontare per gli autori

Pubblicato in data: 7/3/2015 alle ore:11:09 • Categoria: Cronaca

tabacchino-via-aversaI Carabinieri delle Compagnie di Avellino e Baiano, nel corso di un’attività congiunta, hanno tratto in arresto tre uomini, due italiani ed un marocchino, condannati in via definitiva per il delitto di rapina. Le catture sono state eseguite, su ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Avellino diretta dal Procuratore Dr. Rosario Cantelmo, dai militari delle Stazioni di Mercogliano e Monteforte Irpino.
I tre, nel mese di novembre 2013, avevano messo a segno una efferata rapina ai danni di un tabaccaio di Atripalda il quale, nell’occorso, riportò lesioni in quanto venne brutalmente aggredito alla testa con un corpo contundente. Fu solo grazie alla tempestività di intervento ed al certosino lavoro di indagine, condotto incrociando dati emergenti dai controlli del territorio con le immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza, che i Carabinieri, coordinati dalla Procura di Avellino, riuscirono in poche ore ad identificare i tre e raccogliere a loro carico gravi indizi di colpevolezza tali da ottenere, nei loro confronti, l’emissione di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto che portò al loro arresto e contestuale sottoposizione a custodia cautelare.
La condanna in via definitiva, oltre ad avvalorare la genuinità dell’operato degli investigatori dell’Arma, ha fatto sì che i tre rapinatori sono stati inchiodati alle loro responsabilità e per essi sono aperte le porte della Casa Circondariale di Bellizzi Irpino, dove salderanno il proprio debito con la giustizia scontando pene che vanno dai tre anni e due mesi ai tre anni e dieci mesi di reclusione.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *