alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

Nuovo arredo urbano in città a costo zero: aggiudicati i lavori. L’assessore Scioscia: «Pensiline, panchine, paline segnaletiche e giostrine per bambini disabili entro l’estate»

Pubblicato in data: 17/3/2015 alle ore:12:00 • Categoria: Attualità

isole-ecologiche-come-barriere-in-piazza-umbertoNuovo arredo urbano in città a costo zero. Pensiline autobus, panchine, cestini per la raccolta dei rifiuti, paline segnaletiche artistiche con orologio e giostrine per bambini disabili prenderanno corpo nella cittadina del Sabato in primavera, interessando tutti i quartieri dal centro alla periferia.
Con un progetto innovativo ed ambizioso l’Amministrazione Spagnuolo punta ad ottenere per la Città, un nuovo e più decoroso arredo urbano caratterizzato da ordine, funzionalità ed armonizzazione del tessuto urbano. Grazie ai proventi derivanti dalla pubblicità attraverso la cartellonistica, il Comune non solo non spenderà un solo euro per avere a disposizione un nuovo arredo urbano, ma è previsto anche un rientro economico per le casse comunali. «Un intervento totalmente gratuito – anticipa l’assessore Pd al Personale e Protezione Civile, Fabiola Sciosciache interesserà anche gli spazi all’aperto per i bambini con giostrine per disabili, che sarà la grande novità, visto che ogni bambino ha diritto ad un proprio spazio ed un proprio momento di svago insieme agli altri bambini».
Le nuove giostrine con la sistemazione di quelle già esistenti, che saranno revisionate e messe a norma, interesserà la villa comunale di piazza Sparavigna, il parco delle Acacie, l’area di contrada Santissimo e gli spazi di contrada Alvanite.
fabiola-scioscia«Il progetto consente anche un rientro economico per il Comune – prosegue  l’assessore del Pd – in quanto l’azienda torinese aggiudicatrice dell’appalto gestirà direttamente la pubblicità, e quindi non ci sarà più chi evaderà il pagamento annuo dovuto. Inoltre ogni manutenzione ed intervento sarà a carico della ditta aggiudicataria che gestirà tutto ciò che riguarda la pubblicità, dalla cartellonistica classica alle nuove pensiline degli autobus. Puntiamo a curare non solo il centro di Atripalda ma anche le periferie. Il progetto si estenderà anche alla cura delle aiuole. L’arredo urbano verrà così gestito da loro ed il comune non dovrà mai spendere un centesimo. Questa è la cosa principale».
Ieri mattina l’aggiudicazione provvisoria della gara, a cui ha preso parte una sola azienda, una Spa di Torino, che ha già curato l’arredo urbano in più di 1200 comuni in Italia, tra cui Avellino. La ditta si occuperà del servizio di realizzazione, installazione, manutenzione, gestione impianti di arredo urbano con annessi spazi pubblicitari sul territorio comunale. L’iter si dovrebbe chiudere venerdì. «Ho sollecitato che l’intervento debba partire in tempi brevissimi – conclude Fabiola Scioscia -. Per cui entro trenta giorni almeno le nuove giostrine, soprattutto quelle per bambini disabili a parco delle Acacie che solo pochissimi comuni hanno in dotazione, debbono essere montate visto che con l’arrivo della primavera si potranno vivere meglio gli spazi all’aperto. L’idea è di valorizzare parco delle Acacie che è molto più accessibile rispetto alla villa comunale.  Seguirò passo dopo passo ogni cosa. Per l’estate la città finalmente avrà un nuovo look dalle pensiline alla panchine e giostrine. L’obiettivo del progetto è quello di rendere la città più ordinata, non soltanto per i residenti ma anche per i visitatori con un arredo urbano nuovo e curato che contribuisca senz’altro a dare alla città l’aspetto di un cittadina moderna».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Solidarietà alimentare, il gruppo “Noi Atripalda” chiede al sindaco l’immediata convocazione per la distribuzione adeguata delle risorse

Il Gruppo consiliare “NOI ATRIPALDA”, nel ribadire la propria disponibilità a collaborare con la maggiorarnza consiliare in questo momento di Read more

Comune, al via la selezione per dodici volontari al servizio civile. Ecco i 53 aspiranti

Settimana decisa per la selezione di 12 volontari da impiegare nel progetto “G.A.I.A –giovani e animali per l’Irpinia nell’ambiente” al Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 risposte a “Nuovo arredo urbano in città a costo zero: aggiudicati i lavori. L’assessore Scioscia: «Pensiline, panchine, paline segnaletiche e giostrine per bambini disabili entro l’estate»”

  1. Antonio ha detto:

    Mettete anche due paletti al lato della dogana perché la piazza sta diventando una strada con tutti quei furgoni che scorazzano

  2. raffaele la sala ha detto:

    Segnalo un insidiosissimo refuso: “rubano”, per “urbano”. Una banale inversione di lettere… ma che ci fa ripiombare nell’incubo delle scorse settimane. Vatti a fidare dei computer…

  3. Lina ha detto:

    Io, che sono una persona seria, non baratto la mia dignità con i messaggi pubblicitari. Non voglio una panchina con la pubblicità. Non voglio una Atripalda riempita di annunci, messaggi, marchette pubblicitarie. Se il comune non ha soldi, non faccia niente. Non faccia danni. Questa offerta dei pubblicitari al comune, girava da almeno 20 anni ed é sempre stata garbatamente rifiutata. Solo adesso trova spazio, chissà perché….

  4. Franco ha detto:

    Sempre a lamentarvi non vi va mai bene niente. Se si spendono i soldi vi lamentate se non si spendono non va bene, ma perché non cambiate paese? È una bellissima iniziativa quella delle giostrine per disabili. Tante mamme saranno contente di utilizzare finalmente aree destinate ai bambini. Complimenti Assessore per essere riuscita a portare il progetto avanti. Solo un consiglio, segui tutto fino alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *