alpadesa
  
Flash news:   Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini

Spaccio di droga ad Atripalda, imputato ventottenne dichiarato capace di intendere e di volere e rinviato a giudizio insieme ad un coetaneo

Pubblicato in data: 13/12/2019 alle ore:06:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Spaccio di droga ad Atripalda, imputato ventottenne dichiarato capace di intendere e di volere al momento del fatto e rinviato a giudizio insieme ad un coetaneo di ventisette anni. Un ventottenne atripaldese, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti nella cittadina del Sabato, si è sottoposto a perizia psichiatrica chiesta dal suo legale di fiducia per accertare se fosse incapace di intendere e di volere al momento della commissione del fatto e se non fosse capace di stare in giudizio per partecipare al processo.
Il Gip del Tribunale di Avellino, dottor Rotondi, ha dato incarico allo psichiatra dottor  Francesco Saverio Ruggiero di periziare il giovane atripaldese. All’esito della perizia il ventottenne è stato riconosciuto capace di intendere e di volere al momento dello scambio della sostanza stupefacente e capace di affrontare il processo. Per tale motivo il Gip ha deciso di rinviare a giudizio il ventottenne in concorso con un altro giovane ventisettenne atripaldese difeso dagli avvocati dello studio legale De Vinco di Atripalda.
I fatti risalgono al marzo 2018, quando i Carabinieri della locale stazione fermarono un uomo di Montemiletto nei pressi di piazza Umberto I ad Atripalda, in possesso di una busta contenente marijuana.
L’uomo fu condotto in caserma e durante l’interrogatorio dichiarò di aver acquistato la sostanza stupefacente proprio dai due giovani atripaldesi, il ventisette e il ventottenne.  Inoltre  dal telefonino dell’uomo trovato in possesso di marijuana furono estrapolati alcuni messaggi che conducevano agli autori dello spaccio.
Ora i due atripaldesi dovranno affrontare il dibattimento e compariranno il prossimo 26 marzo 2020 dinanzi al Giudice Monocratico del Tribunale di Avellino, dottor Melone, per difendersi dall’accusa di spaccio di droga in concorso.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *