venerd� 21 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

Assolti per spaccio un 31enne e un 29enne di Atripalda

Pubblicato in data: 28/10/2021 alle ore:15:23 • Categoria: Cronaca

Dopo 3 anni di dibattimento in cui sono stati escussi numerosi testimoni e depositate perizie da parte dei consulenti della Procura, il giudice dottor Roberto Melone del Tribunale Penale di Avellino ha emesso due sentenze di assoluzione per un 29enne e un 31 di Atripalda accusati di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.
Nel marzo 2018 i Carabinieri di Atripalda fermarono nei pressi di via Manfredi un giovane di Montemiletto, trovato, a seguito di perquisizione personale, in possesso di una busta contenente marijuana. Il giovane fermato dichiarò ai militi di aver acquistato poco prima la droga nei pressi di piazza Umberto I da due ragazzi del posto, poi identificati in caserma tramite riconoscimento fotografico. Circostanza confermata da alcuni messaggi estrapolati dal suo telefonino che dimostravano uno scambio frequente di sms tra il consumatore ed uno dei presunti pusher, difeso nel processo dai legali Gerardo De Vinco e Sabino Rotondi.
Nell’ultima udienza di discussione il Pubblico Ministero Fabio Del Mauro ha chiesto per entrambi gli imputati atripaldesi una condanna ad un anno di reclusione. La difesa ha invece chiesto l’assoluzione per insufficienza di prove: i carabinieri non avevano visto la cessione della marijuana, non erano state effettuate perquisizioni personali e domiciliari degli imputati e non erano stati sequestrati i loro telefonini.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *