domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda

Allagamenti in via Appia, nuove polemiche e attacchi all’Amministrazione

Pubblicato in data: 11/11/2021 alle ore:16:12 • Categoria: Cronaca

«Tutto come da nostra previsione. Le foglie ammucchiate da diversi giorni e quelle che continuano a cadere e che nessuno si sogna di togliere, per non parlare delle caditoie svuotate tempo fa velocemente senza liberare il tubo di collegamento tra le caditoie e la fogna centrale, hanno fatto sì che agli occhi di chi si è trovato a passare per via Appia si presentasse questa spiacevole e pericolosa situazione che si è replicata anche stamattina». “Acqua alta” in via Appia nei giorni scorsi ad Atripalda, scatta la protesta del Comitato dei residenti e dei social che paragonano la città ad Amsterdam. Gli allagamenti che si sono registrati lungo la strada di accesso alla cittadina del Sabato e legati alle abbondanti piogge e alla caditoie otturate dalle foglie hanno innescato sui social una nuova scia di polemiche.
Il Comitato Appia in passato ha più volte incalzato l’Amministrazione del sindaco Giuseppe Spagnuolo proprio sui continui e disastrosi allagamenti. Su questa e altre questioni ancora aperte il comitato aveva chiesto di intervenire urgentemente. Problemi che ormai da troppo tempo assillano i residenti come la pulizia delle otto traverse a quella delle caditoie ostruite che causano continui allegamenti quando si registrano forti temporali, ma anche la questione della pulizia del mercato del giovedì e della situazione parco delle Acacie fino all’illuminazione carente in diversi punti del quartiere.
A finire nel mirino del Comitato il recente intervento di disostruzione delle caditoie effettuato dal Comune che non avrebbe risolto i problemi causati dalle abbondanti piogge.
La mancata rimozione delle foglie cadute dai platani ha dato vita infatti a veri e propri tappi che hanno impedito all’acqua piovana di defluire.
Con i temporali il rischio di allagamenti si fa sempre più concreto soprattutto in alcune strade molto trafficate come via Appia. Il pericolo, in caso di forti piogge, è che i sistemi di captazione delle acque piovane attualmente sgombri da erba, foglie secche e rifiuti non riescano a “tamponare” le precipitazioni copiose. Stessi problemi anche nelle traverse di via Appia dove un gran numero di caditoie sono completamente ostruite dalle foglie secche cadute dai platani. Non sono state rimosse e raccolte in modo da tenere sgombre le strade dall’acqua ma anche dalle polemiche che puntualmente, dopo un allagamento, impazzano sui social.
Anche sulla pagina di Facebook  di  “Abc – Atripalda Bene Comune” sono piovute critiche sulla gestione della pulizia delle strade e delle caditoie. «Atripalda come Amsterdam», paragonando così i canali della capitale dei Paesi Bassi con l’allagamento registrato in via Appia, quasi in un immaginario gemellaggio.
«Con tutte quelle foglie per terra era prevedibile una roba del genere – scrive Nicola Pastore, autore dello scatto fotografico – e anche la pioggia era già prevista».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *