Flash news:   Abellinum: centomila euro dalla Provincia di Avellino per l’illuminazione notturna ed eventi di Natale Trentenne di Atripalda denunciato dai Carabinieri per possesso di un coltello a serramanico Caro bollette, fondi dal Comune per le famiglie in difficoltà: domande entro venerdì 9 novembre Dipendenza da consumo di droga, alcol ed episodi di bullismo tra i giovani: convegno al Comune. Foto Laceno d’oro International Film Festival al via ad Avellino Addio a Gerardo Bianco, padre dell’Ulivo e grande meridionalista Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto

Maltrattamenti in famiglia, la Procura chiede archiviazione per un uomo di Atripalda

Pubblicato in data: 14/2/2022 alle ore:07:01 • Categoria: Cronaca

Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Avellino, dott. Vincenzo Toscano, ha chiesto l’archiviazione per le accuse di maltrattamenti in famiglia in presenza di minori a carico di un uomo di Atripalda, difeso dai legali di fiducia Sabino Rotondi e Gerardo De Vinco.

Una donna di 34 anni di Atripalda, lo scorso giugno, aveva raccontato ai carabinieri di Atripalda di essere stata colpita violentemente al volto dal suo compagno dopo una discussione avvenuta in casa, alla presenza della figlia minore. Secondo l’annotazione dei carabinieri di Atripalda, il convivente le avrebbe impedito di recarsi in ospedale, nonostante ella perdesse sangue dal naso ed avesse un occhio gonfio. Solo il giorno seguente la donna riuscì a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale Moscati di Avellino per farsi medicare dai sanitari che le riscontrarono una prognosi di 10 giorni per un trauma nasale ed un ematoma periorbitale.

I carabinieri di Atripalda, dopo aver ascoltato a sommarie informazioni alcune colleghe della vittima, avevano deferito il convivente della 34enne atripaldese alla Procura della Repubblica di Avellino con la possibilità di valutare richieste di applicazioni di misure cautelari idonea ad evitare la reiterazione del reato di maltrattamenti in famiglia in presenza di minori, reato previsto dall’art 572 c.p. e che rientra nella legge n.69/2019 – c.d. “codice rosso”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.