Flash news:   Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia Tentano di rubare in un negozio di Atripalda, denunciate due ventenni straniere per furto aggravato 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione

Il Giudice di Pace sospende l’efficacia di 4 su 7 verbali contestati ad un centauro di Atripalda

Pubblicato in data: 30/4/2022 alle ore:14:50 • Categoria: Cronaca

Il Giudice di Pace di Avellino, dott.ssa Rossella Costanza, ha sospeso l’efficacia esecutiva di 4 dei 7 verbali di infrazione del codice della strada, contestati ad un atripaldese e redatti dai carabinieri di Avellino, tutti la stessa notte del 21 ottobre 2021. Secondo i militi, il giovane a bordo della sua moto, circolava senza revisione del mezzo, con patente sospesa, senza casco e senza copertura assicurativa, forzando il posto di blocco a forte velocità nel centro abitato di Atripalda. Per tali infrazioni al giovane furono decurtati 20 punti dalla patente e gli fu comminata una multa di mille euro. Il Giudice di Pace, dott.ssa Costanza, nella udienza che si è svolta il 13 aprile, ha accolto l’istanza dei legali di fiducia dell’atripaldese Sabino Rotondi e Gerardo De Vinco, che hanno proposto ricorso in opposizione ai suddetti verbali, eccependo alcuni vizi di forma  e nel merito la scriminante dello stato di necessità in cui si trovava il giovane, al momento della contestazione, che gli impedii di ottemperare all’ordine di fermarsi al posto di blocco.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.