sabato 04 febbraio 2023
Flash news:   Wifi gratuito all’interno della villa comunale “Don Giuseppe Diana e del Municipio Misericordia di Atripalda, oltre ventimila euro dal cinque per mille Spaventoso incidente stradale all’alba lungo la Variante Giulio Regeni, oggi Laika inaugura la “panchina gialla” dei diritti umani ad Atripalda Ciclismo, rinnovo di sponsorizzazione per il team Eco Evolution Bike Aore il cantiere per la demolizione e ricostruzione della scuola media Masi Ciclismo, il team Eco Evolution Bike si arricchisce di un nuovo partner L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi Poste Italiane presenta il progetto Polis: nella capitale anche il sindaco di Atripalda Dogana dei Grani, al via nuovi lavori di messa in sicurezza delle facciate

Addio a Giovanni Romito, oggi il settimo nella chiesa madre

Pubblicato in data: 22/1/2023 alle ore:12:49 • Categoria: Cronaca

Dolore e lacrime ad Atripalda per la prematura scomporsa di Giovanni Romito, noto commerciante di via Aversa.
Con la famiglia infatti era proprietario e gestiva il Tabacchi, Ricevitoria ed Edicola nel cuore del centro storico della cittadina del Sabato.
A soli 64 anni è stato strappato all’affetto dei suoi cari, la moglie Carmela Marra, le figlie Olga, Maria Antonietta e Katia, il nipotino Riccardo, la mamma Olga Terraglia, i fratelli Luigi, Antonio e Francois, le sorelle Nanda e Rosa, la suocera Antonia Cirino e i parenti tuti.
Questo pomeriggio, alle ore 18.30, nella chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire, sarà celebrata la messa del settimo.
La famiglia ne ricorda la figura attraverso le parole della figlia secondogenita Maria Antonietta:

Un’altra istituzione atripaldese Ci ha lasciato.
Figlio di Atripalda e di un’altra pietra miliare del commercio atripaldese, il papà Pasquale.
Conosciuto da tutti per la sua Lealtà. È sempre stato Leale verso il prossimo, non ha mai tradito la fiducia di qualcuno. Una confidenza fatta a lui diventava un segreto custodito gelosamente. Era Forte, con l’espressione seria dei suo baffi ma che trasformava subito in sorriso e una battuta per tutto e tutti.
Forza. Era la roccia della nostra famiglia, perché A lottare con 4 donne di tempra dura è per pochi, ed era fiero e orgoglioso di averle tutte per se. E lui c’era sempre per noi, con i suoi consigli e i suoi insegnamenti.
Un’altra parola che lo rappresenta è Amore. Innamorato della vita e della vitalità. Un compagno perfetto per il sano divertimento e amante dei viaggi lunghi. Un marito innamorato della sua adorata moglie in ogni istante delle sue giornate, Un padre innamorato e fiero delle sue figlie, e aspettavamo con ansia l’invio dei suoi fiori a casa in ogni occasione. Ribadiva sempre che sarebbe stato lui l’unico uomo sempre innamorato di noi. un’istituzione innamorato della sua città e dei suoi cittadini. Amorevole, cordiale e gioioso con tutti, romantico, tanti ragazzi gli chiedevano consigli per conquistare quelle che poi sono diventate le loro mogli, tanti amici che passavano al “tabacchino di Giovanni” per salutarlo e per chiacchierare, tanti bimbi che aspettavano Giovanni per la caramella donata quando la propria mamma non voleva. Un sorriso e un saluto per tutti in ogni istante della sua vita, trascorsa dedicandola al lavoro e alla famiglia.
La sua nobiltà d’ animo sarà sempre un esempio da seguire.
Io, che non solo ho avuto la fortuna di averlo come papà, ma di essere la figlia che ha condiviso il lavoro, il figlio maschio che non ho mai avuto, mi chiamava, l’ho vissuto intensamente, era il mio mentore, il mio complice e il mio sprone alla crescita professionale. Sarà sempre il mio papà che seduto all’angolo del bancone mi osservava lavorare, mi correggeva e mi diceva che era fiero di me, e che prendeva il mio cellulare di nascosto, indovinando ogni volta la password, per leggere i messaggi dei miei spasimanti tra un cliente e l’altro, per ridere e scherzare insieme. Ciao papà, ci vediamo al tabacchino domani.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.