mercoled� 24 luglio 2024
Flash news:   Rapina ad Atripalda, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: 4 arresti Rapina, sequestro di persona e lesioni personali aggravate: i Carabinieri danno esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 indagati Evade dai domiciliari: 31enne di Atripalda arrestato dai Carabinieri Atripalda in lutto: oggi l’addio ad Angela Romano de “I Sognatori” Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace

Rissa aggravata ad Alvanite: assolti

Pubblicato in data: 14/3/2023 alle ore:20:06 • Categoria: Cronaca

Il Giudice Monocratico del Tribunale Penale di Avellino dott. Gulio Argenio ha assolto dall’accusa di rissa aggravata, cinque persone tutte residenti ad Alvanite, di cui tre difese dai legali di fiducia Sabino Rotondi e Gerardo De Vinco. I fatti risalgono al settembre 2015, quando secondo l’accusa formulata dalla Procura della Repubblica di Avellino, due famiglie del posto all’interno di un condominio vennero violentemente alle mani. Quel giorno I carabinieri di Atripalda, intervenuti per sedare la lite, sequestrano un bastone ed un cacciavite. Un uomo ed una donna furono trasportati in ospedale per aver riportato traumi contusivi, escoriazioni e ferite sanguinanti causate da armi da taglio. Nel giugno del 2017 il Gip del Tribunale di Avellino dott. Vincenzo Landolfi rinviò a giudizio due uomini e tre donne con l’accusa di rissa e lesioni. Durante l’istruttoria dibattimentale sono stati escussi numerosi testimoni, tra cui una donna, residente nel palazzo, la quale dichiarò al giudice di temere che suo figlio piccolo, giocando nel cortile o nelle scale, potesse farsi male mentre i componenti di quelle famiglie si azzuffavano, perché le liti tra di loro erano continue, quasi quotidiane. Nella udienza del 10 marzo, Il Giudice dott. Argenio ha accolto la richiesta di assoluzione dei legali della difesa sul capo di imputazione riguardante la rissa ed ha ritenuto responsabili di lesioni solo due imputate, condannandole alla pena sospesa di mesi 6 di reclusione.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *