venerd� 01 marzo 2024
Flash news:   Il sindaco replica così alle accuse dell’opposizione: «Risponderò ai cittadini con i fatti» Quadro dell’Annunciazione, il delegato Barbarisi: «lo riporteremo a casa» Avellino-Catania, al via la prevendita per la gara di mercoledì 6 marzo L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto

Atto vandalico ai nuovi bagni pubblici in piazza ad Atripalda

Pubblicato in data: 22/5/2023 alle ore:14:24 • Categoria: Cronaca

“Nelle scorse ore, la nostra comunità è stata vittima dell’ennesimo episodio vandalico. Stavolta è stato perpetrato ai danni dei nuovi bagni pubblici. In particolare, i vandali hanno sporcato la pavimentazione nonché hanno otturato i vasi e lo scarico dell’acqua derivante dalla sterilizzazione dei bagni. A causa di questo vile episodio, si è reso necessario sospendere provvisoriamente il servizio che sarà ripristinato nel più breve tempo possibile”. E’ quanto scrive il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo dopo l’ennesimo atto vandalico. “Ancora una volta, purtroppo, dobbiamo registrare che è diventata una missione assai complicata tenere a cuore il bene comune – conclude – Non ci sono telecamere che tengano dinanzi a tale civiltà”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *