venerd� 21 giugno 2024
Flash news:   Ponte delle Filande, si assembrano le travi metalliche: a luglio l’apertura Finanziato il progetto di realizzazione di un nuovo asilo nido in via Adamo Furto in una tabaccheria di via Appia: rubati i Gratta e Vinci “Amarsi Ancora“: la nuova campagna abbonamenti dell’Us Avellino 1912 Presentata “L’Irpinia Corre”, la gara podistica che si tiene ad Atripalda domenica 23 giugno. Foto Atripalda, finisce in carcere il 30enne denunciato dai Carabinieri per aver provocato danni a veicoli e automobilisti Torna “L’Irpinia Corre”, la storica gara podistica ad Atripalda domenica 23 giugno Europee, l’analisi del voto del circolo Fdi Atripalda Domenica a parco Acacie “Dedicato a chi non c’è più” IV edizione La Del Fes vince a Montecatini e approda in A2

Minaccia e aggredisce l’ex convivente di Atripalda: 38enne agli arresti domiciliari

Pubblicato in data: 23/8/2023 alle ore:13:56 • Categoria: Cronaca

Ieri 22 agosto, i Carabinieri della Stazione di Atripalda (AV) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Avelline su richiesta di questa Procura della Repubblica.
Il destinatario del provvedimento limitativo della libertà personale è un 38enne irpino, gravemente indiziato di aver posto in essere nei confronti dell’ex convivente reiterate condotte minacciose, intimidatorie e violenti aggressioni sia fìsiche che psicologiche al fine di sottrarre alla madre i due figli minori senza alcun permesso.
Il provvedimento si inquadra nell’ambito delle direttive impartite da questo Ufficio al fine di contrastare tempestivamente le condotte violente in danno di vittime vulnerabili e prevenire la commissione di più gravi atti.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *