gioved� 29 febbraio 2024
Flash news:   L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto Chiuso fino al 6 marzo l’ufficio postale centrale di Atripalda Assemblea del Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity Dramma sul lavoro alla Stellantis di Pratola Serra: morto operaio di 52 anni di Acerra

Truffe online, i Carabinieri della Stazione di Atripalda arrestano un 37enne

Pubblicato in data: 29/12/2023 alle ore:16:22 • Categoria: Cronaca

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno tratto in arresto un 37enne del posto, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare agli arresti domiciliari disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino.
La misura cautelare è stata emessa all’esito di un’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avelino, scaturita a seguito di querele sporte da alcuni cittadini irpini, vittime di truffe per acquisti di materiale elettronico su un famoso sito on line.
Nel corso dell’attività sono state rinvenute e sequestrate carte di credito prepagate e utenze mobili, verosimilmente utilizzate dall’indagato per porre in essere il reato.
Avellino, 29 dicembre 2023
lI Procuratore dela Repubblica

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *