Flash news:   Bollettini postali falsi per la Sagra del Baccalà, assolto il presidente del Comitato Civico Centro Storico Maria Santissima di Montevergine Lutto Picardi, cordoglio per la perdita della mamma dell’amico Ottavio Nessun sversamento abusivo nell’affluente del fiume Sabato: solo una condotta fognaria ostruita in un punto Vucinic: “errori da correggere” Al via la prevendita dei tagliandi per la gara con l’ASD Lanusei Calcio Battuta d’arresto per la Sidigas sul parquet del PalaRadi Atripalda Volleyball, buona la prima: battuto in trasferta il Cimitile Amatori della Bici: altro piazzamento nel Lazio Graziani: “ripartiamo con umiltà” Prima sconfitta in campionato per la Calcio Avellino

Aggrediscono la custode e mettono a soqquadro l’appartamento del ministro Rotondi

Pubblicato in data: 18/10/2011 alle ore:14:39 • Categoria: CronacaStampa Articolo

gianfranco-rotondiDopo la residenza capitolina i ladri fanno visita anche all’appartamento del ministro atripaldese Gianfranco Rotondi di Avellino. Ignoti, infatti, sono entrati nella casa di famiglia del ministro Rotondi, che si trova nel capoluogo irpino, hanno aggredito la custode e hanno messo a soqquadro l’appartamento.

Sul luogo le Forze dell’Ordine. Il ministro, raggiunto a Roma dalla notizia, raggiungerà Avellino per rendersi conto delle condizioni di Antonietta, storica governante di casa Rotondi da più di cinquant’anni. Quella di Avellino è la casa di famiglia nella quale Rotondi torna raramente da quando è mancata l’ultima zia che la abitava. E’ il secondo furto con le medesime modalità che il ministro subisce quest’anno.

Il precedente. Lo scorso 6 gennaio i ladri avevano fatto “visita”, mettendola a soqquadro, l’abitazione romana del ministro per l’attuazione del programma. In quell’occasione entrarano senza forzare la porta, per poi neutralizzare la serratura.
I malviventi ruppero mobili alla ricerca di possibili doppi fondi, smontando anche tutti i telefoni della casa e gli impianti di condizionamento.

Ad aprile fu inseguito in autostrada. Sempre quest’anno un altro episodio ha visto coinvolto il ministro irpino Gianfranco Rotondi. In viaggio da Roma per raggiungere l’Alta Irpinia dove si commemorava la figura di Salverino De Vito, lungo l’autostrada, all’altezza di Ceprano, la scorta del ministro fece scattare l’allarme per un Suv di grossa cilindrata che seguiva l’auto del ministro da molti chilometri. L’auto blu aumentò la velocità, ma il fuoristrada continuò a seguire per circa venti chilometri l’auto del ministro. La scorta e la Polstrada, riuscirono al secondo tentativo a fermare l’auto, identificando i due passeggeri che si rivelarono essere due pregiudicati con precedenti per associazione mafiosa.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it