Flash news:   Festival internazionale di artisti di strada “Giullarte”: in Irpinia rivive la magia di Notre Dame de Paris Primo giorno di scuola ieri per gli alunni dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Amatori della Bici tra agonismo e nuovi progetti Avellino, parte la prevendita per la gara di Coppa contro il Nola Giullarte 2018, questa sera in Comune riunione con i commercianti per iniziative promozionali Chiusura Primaria Mazzetti, Sinistra Italiana Atripalda attacca: “decisione presa in ritardo. Solo una furbata per evitare la fuga degli iscritti?” Sidigas, la prima di campionato al Palacarrara di Pistoia Esordio con poker per la Calcio Avellino SSD Memorial Gerardo Aquino, stasera taglio del nastro alla ventesima edizione. Santa Messa presso l’impianto sportivo di contrada Santissimo Non si ferma all’alt dei Carabinieri e provoca un incidente ad Avellino, arrestato 30enne atripaldese

Rifiuti speciali bruciati, imprenditore atripaldese denunciato dai Carabinieri

Pubblicato in data: 1/10/2012 alle ore:14:27 • Categoria: CronacaStampa Articolo

sterpaglie-fiammeContinua serrata l’azione messa in campo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per contrastare la diffusissima pratica dell’abbruciamento di stoppie e residui vegetali, recentemente condannata dal Procuratore della Repubblica di Avellino che vi configura il reato di getto pericoloso di cose e smaltimento illecito di rifiuti, sulla scorta anche del sospetto dell’eventuale tossicità dei fumi emessi (visto il diffuso uso di sostanze chimiche). Così, anche nella giornata di ieri, nonostante fosse domenica, i militari della Compagnia di Avellino sono dovuti intervenire a denunciare 2 coltivatori, l’uno sorpreso a bruciare residui vegetali di un noccioleto a Mercogliano via Serroni, e l’altro sorpreso ad alzare una quantità enorme di polvere con la propria macchina per raccogliere le nocciole, in via Roma ad Avellino. Nella sola mattinata di oggi, invece, sono stati denunciati altri 5 coltivatori. Con i risultati di ieri, la sola Compagnia di Avellino ha già deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, per i reti poc’anzi accennati, ben 61 persone, alcune delle quali non sono state semplicemente sorprese a bruciare foglie e sottobosco, ma a creare dei veri e propri roghi tossici, mescolando alle stoppie anche materiali plastici, gomma e altre sostanze altamente inquinanti.
È il caso, registrato appunto nel fine settimana, di un imprenditore di Atripalda, sorpreso a bruciare un enorme cumulo di rifiuti speciali. In tale contesto, il maggior numero di denunce penali è stato fatto registrare nel territorio della Stazione Carabinieri di Aiello del Sabato (che da sola ha fatto ben 27 denunce), ma l’attenzione è alta in tutte le aree coltivate a nocciole, noci e castagne, visto che questo è il periodo della loro raccolta.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it