alpadesa
  
Flash news:   Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto

Bollette pazze della Sidigas, proteste anche ad Atripalda

Pubblicato in data: 20/1/2010 alle ore:16:41 • Categoria: CronacaStampa Articolo

contatori_gasCifre impazzite, in decine di casi superiori ai consumi effettivi. Scoppia il caso delle bollette pazze alla Sidigas, l’azienda erogatrice del Gas ad Atripalda, Avellino e molti altri comuni irpini.
Gli sportelli dedicati alle relazioni con il pubblico in Via Capozzi, sono andati in tilt, «presi d’assalto» da decine e decine di utenti inferociti. Errori macroscopici, che hanno avuto come vittime vari clienti di Avellino e Provincia. 
Un vero caos insomma al quale la Sidigas ha risposto con un comunicato nel quale vengono spiegate le anomalie. La colpa, se così si puo’ dire, è dei consumi stimati. «A partire dal bimestre novembre-dicembre 2009 – si legge nel comunicato – la Sidigas ha adottato la nuova modalità di fatturazione dei consumi di gas metano, prevista dalla vigente normativa di settore, il cui ammontare è ricavato dall’elaborazione di dati storici di consumo dei singoli clienti. Ciò comporta vantaggi per la clientela, in quanto consente una maggiore puntualità nella fatturazione su base bimestrale o mensile e, pertanto, maggiori possibilità nella programmazione delle spese». Eppure di vantaggi non sembra esserci traccia, di svantaggi sì. Ora attraverso l’autolettura del contatore, che sarà possibile comunicare telefonando all’azienda del gas o presentadosi agli sportelli, il problema dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere risolto. Nel momento in cui si trovassero forti divergenze tra il consumo effettivo e quello addebitato, l’eventuale differenza di consumo, verrà poi rimborsata nella fatturazione relativa al bimestre o mese successivo. Tutto questi dopo la verifica del misuratore da parte di un incaricato della Sidigas.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *