alpadesa
  
Flash news:   Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Calcio, l’Abellinum cala il tris Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni”

Bollette pazze della Sidigas, proteste anche ad Atripalda

Pubblicato in data: 20/1/2010 alle ore:16:41 • Categoria: CronacaStampa Articolo

contatori_gasCifre impazzite, in decine di casi superiori ai consumi effettivi. Scoppia il caso delle bollette pazze alla Sidigas, l’azienda erogatrice del Gas ad Atripalda, Avellino e molti altri comuni irpini.
Gli sportelli dedicati alle relazioni con il pubblico in Via Capozzi, sono andati in tilt, «presi d’assalto» da decine e decine di utenti inferociti. Errori macroscopici, che hanno avuto come vittime vari clienti di Avellino e Provincia. 
Un vero caos insomma al quale la Sidigas ha risposto con un comunicato nel quale vengono spiegate le anomalie. La colpa, se così si puo’ dire, è dei consumi stimati. «A partire dal bimestre novembre-dicembre 2009 – si legge nel comunicato – la Sidigas ha adottato la nuova modalità di fatturazione dei consumi di gas metano, prevista dalla vigente normativa di settore, il cui ammontare è ricavato dall’elaborazione di dati storici di consumo dei singoli clienti. Ciò comporta vantaggi per la clientela, in quanto consente una maggiore puntualità nella fatturazione su base bimestrale o mensile e, pertanto, maggiori possibilità nella programmazione delle spese». Eppure di vantaggi non sembra esserci traccia, di svantaggi sì. Ora attraverso l’autolettura del contatore, che sarà possibile comunicare telefonando all’azienda del gas o presentadosi agli sportelli, il problema dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere risolto. Nel momento in cui si trovassero forti divergenze tra il consumo effettivo e quello addebitato, l’eventuale differenza di consumo, verrà poi rimborsata nella fatturazione relativa al bimestre o mese successivo. Tutto questi dopo la verifica del misuratore da parte di un incaricato della Sidigas.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *